Verticelli: «Diminuiranno i canoni da versare ai consorzi di bonifica abruzzesi»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1141

«Ci sarà un taglio medio del 25 per cento, nel triennio, sui canoni irrigui; ma già nell'anno in corso sono previsti i primi provvedimenti di riduzione».
Lo ha annunciato l'assessore all'Agricoltura, Marco Verticelli.
Un allineamento dei canoni di contribuzione, tuttavia, potrà esserci non prima del 2008. Il piano dei tagli prevede pertanto che il Consorzio Sud ridurrà del 10%, del 5% il Consorzio Centro.
Il Consorzio Nord ridurrà del 6% a partire dal ruolo 2006, in riscossione nel 2007.
Il Consorzio Overst non applicherà l'aumento del 15% previsto in bilancio, mentre per il Consorzio Interno è stato scongiurato un aumento della contribuenza che avrebbe portato ad un rincaro del 100 per cento.
«E' una iniezione di fiducia agli agricoltori», ha commentato l'assessore Verticelli, per il quale si possono raggiungere obiettivi di riduzione «lavorando su obiettivi condivisi e, soprattutto, all'efficientamento del sistema. Son perciò orgoglioso - ha aggiunto - che i consorzi di bonifica abbiano raggiunto questo risultato, frutto di un lavoro intelligente che mostra come non sempre sia necessario mettere le mani nelle tasche di Pantalone».
Un alleggerimento dei costi per la contribuenza deriveranno anche dalla «ripulitura dei ruoli» come l'ha definita Verticelli, che eviterà agli agricoltori di pagare canoni per servizi che non sono effettivamente resi: dai servizi per l'irrigazione a quelli, più in generale, di manutenzione del territorio.
Tale operazione, che interesserà 102.000 ettari e coinvolgerà 60 mila azienda, comporta, per il Consorzio Sud la riclassificazione di 34.600 ettari (21.696 aziende), per il Consorzio Centro 90 mila ettari (36 mila aziende), per il Consorzio Ovest 1.600 ettari ( 60 mila aziende).
L'assessore Verticelli ha parlato poi diffusamente delle iniziative poste in essere dal tavolo permanente di confronto attivato tra Assessorato e Consorzi di bonifica.
«Ho chiesto agli enti di produrre in parco progetti utile all'assegnazione di risorse per realizzare le opere che interessano il mondo agricolo. Ben consapevoli - ha concluso - del ruolo svolto nel campo dell'energia ma anche dell'assetto idrogeologico dei consorzi».
Un nuovo ruolo dei Consorzi è stato anche annunciato nel nuovo Piano di sviluppo rurale.

14/06/2006 14.53