«Al più presto un nuovo presidente del Parco Nazionale»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

688

L’AQUILA. Walter Caporale (Verdi) scrive al ministro dell’ambiente Pecoraro Scanio per riattivare la procedura di nomina di Giuseppe Rossi a presidente del parco.
«L'Abruzzo ha bisogno al più presto di collocare nei più importanti Enti deputati alla gestione dei Parchi persone competenti, capaci di tutelare e valorizzare le aree protette».
La “dichiarazione d'aiuto” arriva da Walter Caporale, Capogruppo dei Verdi alla Regione, che ha scritto al ministro dell'ambiente Alfonso Pecoraro Scanio, per riattivare la procedura di nomina di Giuseppe Rossi a Presidente del Parco.
«Purtroppo nella nostra Regione», spiega Caporale, «sono tanti gli attentati all'Ambiente che, seppur trafitto da tante frecce come San Sebastiano, continua a sopravvivere. Per quanto tempo ancora?»
E negli ultimi mesi sono aumentate anche le interrogazioni e le interpellanze che il Gruppo regionale dei Verdi ha presentato per impegnare la regione Abruzzo ad intervenire «affinché queste predazioni giungano a termine e si ripristini lo stato naturale degli ambienti compromessi».

«Sono da mesi impegnato», continua Caporale, «nell'indicare la nomina di una persona capace e professionale alla presidenza dell'Ente Parco Nazionale d'Abruzzo, Lazio e Molise – il più antico d'Italia. Giuseppe Rossi, che per la sua esperienza di sindaco di Civitella Alfedena, di vicedirettore del Parco Nazionale in questione, di presidente del parco nazionale Gran Sasso-Monti della Laga, di attuale direttore della Federazione Nazionale dei Parchi, viene indicato come la migliore scelta per dare al Parco nazionale vivacità, attivismo e slancio imprenditoriale nel campo».
Il capogruppo invita quindi il ministro Pecoraro Scanio, «a riprendere il dialogo con i presidenti delle Regioni interessate per giungere al più presto alla nomina di Rossi a presidente del Parco Nazionale D'Abruzzo, Lazio e Molise».

05/06/2006 9.46