L’iniziativa di Legambiente: Tutti in spiaggia per liberarla dai rifiuti

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

956

ABRUZZO. Tutti al mare l'ultimo week-end di maggio per occuparsi della salute di coste e fondali. Da venerdì 26 a domenica 28 maggio torna per il diciassettesimo anno consecutivo Spiagge e Fondali Puliti, la tre giorni di volontariato organizzata da Legambiente.

In collaborazione con COREPLA, il consorzio per il riciclo della plastica e CIAL, il consorzio per il riciclo dell'alluminio, in cui piccoli e grandi amanti del mare danno la caccia ai rifiuti abbandonati sulle spiagge e in fondo al mare. Liberare le coste e i fondali dai rifiuti lasciati impunemente in giro o gettati in mare durante tutto l'anno è infatti l'obiettivo, semplice e concreto, dell'iniziativa, alla quale sono attese anche quest'anno migliaia di volontari lungo tutto lo stivale, mentre i subacquei di Legambiente daranno la caccia ai rifiuti sott'acqua, liberando i fondali marini da tutto ciò che non vi appartiene.

Come ogni anno, le attività ferveranno in contemporanea anche oltre i confini della penisola, nell'ambito della campagna internazionale Clean up the Med, che quest'anno raddoppia e diventa Clean up e Scoop the Med grazie alla collaborazione di INFO/RAC-MAP, il Centro Informazione e Comunicazione del programma Ambiente delle Nazioni Unite- Piano d'Azione Mediterraneo (UNEP-MAP). Insieme a Legambiente, saranno così oltre 200 le associazioni che chiameranno a raccolta i volontari per l'iniziativa di pulizia straordinaria, in 22 Paesi. Contemporaneamente libereranno dai rifiuti aree costiere, oasi, sponde di fiumi e laghi in nome della pace, della solidarietà e dell'ecologia in Algeria, Croazia, Cipro, Egitto, Francia, Grecia, Israele, Italia, Giordania, Libano, ex Repubblica Jugoslava di Macedonia, Malta, Mauritania, Marocco, Palestina, Portogallo, Slovenia, Serbia e Montenegro, Spagna, Siria, Tunisia, Turchia.

«Il mare è una delle risorse più preziose che abbiamo - commenta Rebecca Virtù della segreteria regionale di Legambiente – e per lungo tempo è stato considerato, a torto, un bene inesauribile, una fonte cui poter attingere senza criterio e senza regole, provocando a volte danni irreversibili. Fortunatamente, si può fare ancora molto per tutelare gli ecosistemi marini. Ecco perché Legambiente organizza le giornate di volontariato di Spiagge e fondali puliti e dedica molto del suo impegno alla difesa del mare e dei litorali, combattendo sui tanti fronti delle battaglie di Goletta Verde, della lotta alla cementificazione selvaggia delle coste, dell'impegno per la promozione di aree marine protette ma anche per informare e sensibilizzare i cittadini sull'importanza della tutela dei nostri ecosistemi».

Questa edizione di Spiagge e Fondali Puliti vuole proporre una riflessione comune sulle informazioni dei comuni agli abitanti per indurli a non scambiare il mare e i litorali con un'immensa discarica a cielo aperto. Un'occasione per chiederci anche che prezzo paga l'ambiente a causa di quei rifiuti abbandonati e capire la necessità di riutilizzare, differenziare e riciclare i rifiuti. La sabbia può nascondere ma non elimina i rifiuti per magia e ogni piccolo rifiuto produce un grande inquinamento, tanto più sulla spiaggia, dove, se non raccolto, resta nell'ambiente a lungo. Munirsi di guanti e sacchi della spazzatura e sacrificare una domenica di ozio per raccogliere rifiuti abbandonati è uno schiaffo morale e una lezione di civiltà a tutti coloro che si ostinano ancora a lasciare in spiaggia i resti del pic-nic piuttosto che bottiglie di plastica o lattine.


ECCO GLI APPUNTAMENTI DI SPIAGGE E FONDALI PULITI PREVISTI PER IL FINE SETTIMANA IN ABRUZZO:

Si comincia venerdì 26 ad Alba Adriatica: appuntamento alle 9.30 presso la rotonda Nilo del Lungomare Marconi per la pulizia dell'arenile antistante la bambinopoli comunale destinata a spiaggia libera e ad attività di educazione ambientale.
Domenica 28 appuntamento a Casalbordino: per i più piccoli lezioni di biologia marina e geologia, per i volontari adulti pulizia della spiaggia e dei fondali. Sempre domenica i volontari dell'Associazione Progetto Mare, con i ragazzi dell'ANFFAS di Chieti e di Lanciano puliranno la spiaggia principale di San Vito Chietino e i fondali antistanti il molo.
A Martinsicuro appuntamento alle 9.30 per la pulizia delle spiagge libere ed attività di educazione ambientale per i più piccoli con gli operatoti del Centro di Educazione Ambientale Scuola Blu.

25/05/2006 12.08