Piccoli Comuni. Da oggi attivo il cofinanziamento della Regione

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

710

Da oggi i piccoli comuni potranno avvalersi del confinanziamento della Regione per l'attuazione dei progetti comunitari.
È stato infatti pubblicato sul bollettino della Regione Abruzzo (ordinario n. 26 del 3 maggio) il regolamento per i criteri e modalità per l'accesso ai contributi che permette ai comuni con popolazione inferiore a 3000 abitanti di ottenere il cofinanziamento della Regione in progetti comunitari nei quali è ammessa la partecipazione diretta del comune.
«Il regolamento - spiega l'assessore Giovanni D'Amico - nasce dall'intesa istituzionale che il 23 marzo scorso abbiamo stretto con il presidente dell'Anci Abruzzo, Antonio Centi. Esso rappresenta un passaggio politico-amministrativo importante perché diamo la possibilità ai piccoli comuni di non rimanere da soli nella difficile gestione finanziaria e tecnica dei progetti comunitari. Questi comuni - aggiunge l'assessore - potranno infatti far leva sulla consulenza dell'Anci nella redazione del progetto di fattibilità e sul cofinanziamento della Regione secondo quanto fissato dal regolamento approvato e pubblicato».
In particolare, i comuni che intendono partecipare a bandi dell'Unione europea devono non oltre 15 giorni dalla scadenza del bando stesso presentare alla Regione - Direzione Riforme istituzionali, Enti locali - le istanze di cofinanziamento indicando gli importi ed allegando la deliberazione del Consiglio comunale e il progetto stesso.
La Direzione stila una graduatoria in base all'ordine di arrivo cronologico e finanzia i progetti fino ad esaurimento dei fondi in bilancio: fino ad un massimo del 40% della spesa ammissibile del progetto e comunque non superiore al 70% della quota a carico dell'ente locale.
Secondo i dati forniti dall'assessorato agli Enti locali che fanno riferimento all'ultimo censimento generale del 2001, possono chiedere il cofinanziamento 78 comuni nella provincia di Chieti; 28 in quella di Pescara; 24 in quella di Teramo e 91 in quella dell'Aquila.
10/05/2006 15.10