Ministero: «Nel 2007 si potranno aprire i cantieri della complanare di Roma»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

977

Ministero: «Nel 2007 si potranno aprire i cantieri della complanare di Roma»
ROMA. La storia travagliata del progetto della complanare che renderà più agevole l’accesso alla Capitale e ridurrà i tempi di percorrenza.
«Alla fine di quest'anno sarà terminato l'iter burocratico e si potrà passare all'apertura del cantiere»
Lo scrive in una lettera il Ministero dei Trasporti alla Confcommercio Abruzzo a proposito della attesa complanare che dovrebbe risolvere i problemi di accesso alla capitale una volta usciti dalla A24.
Insomma collegamenti più veloci e tempi ristretti per gli spostamenti tra la nostra regione ed il Lazio.
Qualche settimana fa era stata proprio la Confcommercio a scrivere al Ministero preoccupata per le lungaggini dell'iter burocratico necessario alla realizzazione della viabilità alternativa. E pronti sono arrivati i chiarimenti.
Nella lettera firmata dal dirigente del Ministero si precisa come la Società Autostrada dei Parchi, incaricata della gestione delle autostrade abruzzesi ha stipulato nel 2001 una convenzione con la quale si prevedeva la costruzione della terza corsia compresa tra le barriere di Lunghezza e via Togliatti nel tratto urbano di Roma, accordo quadro sottoscritto il 20 maggio del 2002.
Il progetto predisposto ha poi dovuto subire cambiamenti per via dell'approvazione del piano regolatore generale che manifestava per quella zona esigenze diverse.
E' stato stabilito allora che al posto della terza corsia adiacente all'autostrada sarebbe stata realizzata una complanare che potesse separare il traffico di lunga percorrenza da quello locale.
È stato poi costituito un apposito gruppo di lavoro presso il Comune di Roma al fine di una verifica dell'efficacia della soluzione proposta.
Il 15 dicembre 2004 è stato sottoscritto un altro protocollo d'intesa che ha visto nei primi quattro mesi del 2005 la redazione del nuovo progetto, approvato in sede tecnica dall'Anas nel dicembre 2005.
Il 17 gennaio 2006 al ministero si è tenuto l'incontro per la presentazione degli enti territorialmente competenti; a marzo si è conclusa la conferenza di servizi che ha espresso parere favorevole al progetto presentato proponendo l'eliminazione della quinta corsia di marcia sulla carreggiata in direzione del Grande raccordo anulare prevista nel tratto via Togliatti e cavalcavia Tor Cervara.
Entro la fine di quest'anno si potrebbe mettere secondo il ministero la parola fine alla fase teorica della nuova infrastruttura azione e passare finalmente alla fase operativa dei lavori.
Abruzzo Confcommercio ha espresso la propria soddisfazione.

04/05/2006 12.34