L’Arssa insegna educazione alimentare alle elementari

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1051

“Salute a tavola” è il programma di educazione alimentare elaborato dall'Arssa (Agenzia regionale per i servizi di sviluppo agricolo) per conto dell'Assessorato all'Agricoltura della Regione Abruzzo, sulla base del Programma interregionale di comunicazione ed educazione alimentare, promosso dal Ministero delle Politiche Agricole e Forestali.
Si tratta di un progetto educativo globale di formazione ed informazione multidisciplinare che riguarda settori d'intervento come la scuola, la ristorazione, la comunicazione di massa, la ricerca e la sperimentazione.
Con l'anno scolastico in corso si è avviata la prima fase del progetto che ha riguardato esclusivamente la scuola primaria, con un coinvolgendo diretto non solo del personale docente e degli alunni ma anche delle relative famiglie.
Il progetto promosso dall'Assessorato all'Agricoltura e dall'Arssa ha ottenuto una grandissima adesione da parte dei circoli didattici e degli istituti di tutta la regione: nelle quattro province sono stati infatti svolti 8 corsi che hanno visto la partecipazione media di 30 docenti a corso per un durata di 15 ore ed un coinvolgimento di circa 285 classi e circa 6mila alunni abruzzesi.
Nei corsi di formazione particolare successo hanno riscosso i “laboratori del gusto” nei quali si è mostrato, tramite una degustazione guidata, le diverse caratteristiche dei nostri prodotti tipici agricoli e le differenze con le produzioni industriali.
Il primo ciclo ha riguardato la formazione dei docenti attraverso la collaborazione di Slow Food, e ci si è basati su un concetto di educazione alimentare “sensoriale”: promuovere una diversa cultura alimentare attraverso i cinque sensi e nello stesso tempo, evidenziare l'importanza del territorio e della produzione di qualità.
Gli insegnanti hanno poi riportato la loro esperienza in classe elaborando specifici progetti di educazione alimentare con gli alunni i quali, realizzati con il contributo dell'Arssa che si sviluppano su di una componente prevalentemente pratica, attraverso lo studio delle filiere agroalimentari, laboratori sensoriali e del gusto e con visite guidate alle fattorie didattiche ed ai centri di produzione agricola di tutta la regione.
Successivamente il progetto, che proseguirà anche nei prossimi anni, ha visto coinvolte anche le famiglie degli alunni interessati, con specifici incontri con gli esperti dell'Arssa e del settore agroalimentare.

26/04/2006 11.01