Edilizia sanitaria: Ecco i progetti finanziati con 35 milioni di euro

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1119

Edilizia sanitaria: Ecco i progetti finanziati con 35 milioni di euro
Con l'approvazione degli ultimi dodici proggetti la Giunta regionale ha dato via libera alla seconda fase dell'Accordo di programma stralcio approvato con delibera nel novembre scorso relativo ad interventi strutturali ex art. 20 legge 67/88.
«I dodici progetti approvati oggi», spiega l'assessore alla Sanità, Bernardo mazzocca, «insieme con i 19 già approvati nelle giunte precedenti fanno parte del piano di progetti inviato al ministero della Salute per il decreto di ammissione che di fatto darà il via libera ai lavori. Si tratta di una serie di interventi che riteniamo importanti sia sotto l'aspetto del potenziamento della dotazione tecnologica di strutture ospedaliere e territoriali sia per la messa in sicurezza, adeguamento e completamento degli arredi ospedalieri secondo le recenti normative dei presidi ospedalieri. Insomma, una serie di interventi di viaria natura che dovrebbero rendere più funzionali e moderni gli ospedali della regione».
L'intero Accordo di programma può contare su oltre 35 milioni di euro di finanziamenti, con un intervento diretto da parte dello Stato di poco più di 30 milioni.
I progetti in esso previsto sono 31 tutti incentrati sulla dotazione tecnologica e sulla messa in sicurezza di ospedali e strutture decentrate.
«Ci troviamo di fronte - spiega ancora Bernardo Mazzocca - ad interventi che vogliono rendere più accessibile la medicina sul territorio e che guardano con attenzione ai presidi ospedalieri sia per le opere di ristrutturazione per la messa in sicurezza sia per il loro completamento. Per quanto riguarda invece la dotazione tecnologica - conclude Mazzocca - essa rappresenta un passaggio indifferibile per l'abbattimento delle liste di attese»

Questi, nel dettaglio, i dodici progetti licenziati nella seduta di Giunta di oggi:
1) potenziamento e adeguamento della dotazione tecnologica e degli arredi negli ospedali di Avezzano, Sulmona, Castel di Sangro, Tagliacozzo e Pescina (un milione 926 mila euro);
2) messa a norma del quartiere operatorio dell'ospedale di Avezzano (2 milioni 848 mila);
3) ristrutturazione e messa a norma della sala operatoria dell'ospedale di Sulmona (400 mila);
4) completamento del distretto sanitario di base e annesso poliambulatorio di Francavilla al mare (450 mila);
5) completamento del distretto sanitario di base di Miglianico (154 mila);
6) completamento del distretto sanitario di base di Tollo (154 mila);
7) completamento del distretto sanitario di base di Orsogna (154 mila);
8) completamento del distretto sanitario di base di Ortona (154 mila);
9) potenziamento di funzioni e servizi della residenza sanitaria assistita (Rsa) di Ortona (468 mila);
10) potenziamento e adeguamento della dotazione tecnologica e arredi degli ospedali di Guardiagrele e Ortona (2 milioni 456 mila);
11) ristrutturazione, messa a norma e adeguamento dell'ospedale di Ortona (un milione 381 mila);
12) sistemazione locali adibiti a servizi all'ospedale dell'Aquila (un milione 32 mila).
Fanno parte invece della prima tranche dell'Accordo di programma i seguenti 19 progetti: potenziamento e adeguamento della dotazione tecnologica e degli arredi dei distretti sanitari di base di Castiglione Messer Marino, Torricella Peligna, San Salvo e Gissi (286 mila);
ristrutturazione, messa a norma e adeguamento ospedale di Lanciano (un milione 809 mila);
ristrutturazione ospedale di Atessa (121 mila); adeguamento norme antincendio ospedale di Casoli (338 mila);
potenziamento e adeguamento dotazione tecnologica degli ospedali di Lanciano, Atessa, Casoli e Gissi (2 milioni 548 mila);
completamento distretto sanitario di base dell'Aquila (516 mila);
realizzazione eliporto per il servizio 118 ospedale dell'Aquila (929 mila); adeguamento antincendio Rsa di Città Sant'Angelo (361 mila);
potenziamento e adeguamento dotazione tecnologica degli ospedali di Pescara, Penne e Popoli (un milione 221 mila); ristrutturazione reparto di Neonatologia ospedale di Pescara (748 mila); ristrutturazione materno-infantile ospedale di Pescara (3 milioni 346 mila);
ristrutturazione polo sanitario di Picciano (258 mila); adeguamento polo sanitario di San Valentino (un milione 32 mila);
completamento Rsa di Casalena (568 mila); potenziamento e adeguamento della dotazione tecnologica degli ospedali di Teramo e Atri (3 milioni 169 mila);
ristrutturazione, adeguamento e messa a norma ospedale di Atri (2 milioni 552 mila);
messa a norma ospedale di Giulianova (493 mila); realizzazione di una nuova rete di radiocollegamenti (un milione 290 mila); acquisto di attrezzature informatiche (258 mila euro).

06/04/2006 13.09