Dragaggio: al porto di Pescara oltre il 70% delle risorse regionali

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

3412

Dragaggio: al porto di Pescara oltre il 70% delle risorse regionali
ABRUZZO. Il capolavoro dei porti abruzzesi ha bisogno per funzionare di ben 1,2 milioni di euro per continui dragaggi visto che il progetto realizzato ne favorisce l’insabbiamento. Il problema diventa regionale perché per lo “scempio” pescarese obbliga gli altri porti a stringere la cinghia
Sono stati finalmente ripartiti dalla Regione Abruzzo i 2 milioni di euro destinati all'escavazione dei porti regionali per rispondere alle criticità valutate nelle singole realtà portuali.
L'assossore Ginoble ha detto: «lo stanziamento di due milioni di euro iscritto nel bilancio 2006 è stato un grande traguardo conseguito sulla base dell'azione responsabile del Governo regionale, che lo ha previsto, e del Consiglio regionale, che ha condiviso ed approvato uno stanziamento che è di importo quasi doppio rispetto a quello storico del triennio precedente, pari ad un milione e 700 mila euro l'anno». La Regione sarebbe pronta ad investire sui porti, a razionalizzare la loro funzione specifica in un sistema di promozione dell'intero sistema portuale abruzzese.
Si è poi ancora un a volta ribadito (ma solo a parole) l'importanza delle vocazioni naturali di ogni porto:
«Pescara con destinazione passeggeri - turistica, i porti di Ortona e Vasto con indirizzo commerciale ed industriale, quello di Giulianova che è a metà strada tra la marineria ed il diporto ed infine quello di Roseto di natura turistica».
Nella ripartizione le assegnazioni riguardano per Pescara 1,2 milioni di euro, per Vasto 220 mila euro, Ortona 350 mila euro, Giulianova 150 mila euro e Roseto 80 mila euro.
«l'impegno del Governo regionale», ha aggiunto l'assessore, «è quello di far assumere al sistema portuale abruzzese un ruolo centrale e privilegiato, come via di accesso e di scambio commerciale e turistico con l'area balcanica».
La recente sigla del Protocollo di Intesa al Ministero dei Trasporti, d'altronde, in riferimento al programma delle Autostrade del mare, conferma la particolare sensibilità manifestata per lo sviluppo dei porti abruzzesi.

1/04/2006 14.29