Domenica a Sulmona Papa Ratzinger, attesi 25 mila fedeli

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2611

IL PROGRAMMA SULMONA. Illustrato questa mattina il programma della visita che Papa Benedetto XVI che si terrà domenica 4 luglio a Sulmona.
Il Papa arriverà a Sulmona in elicottero, dopo aver sorvolato con l'Eremo di Sant'Onofrio, rifugio sul monte Morrone di Celestino V arriverà al complesso sportivo dell'Incoronata dove atterrerà.
Ad attenderlo la banda di Introdacqua e gli atleti delle società sportive sistemati sulle gradinate dello stadio oltre a 150 ragazzi dell'accademia britannica e i papa boys.
Con la papamobile percorrerà, molto lentamente, viale Mazzini tra due ali di folla, imboccherà corso Ovidio da Porta Napoli fino ad arrivare a piazza Garibaldi.
Dopo aver fatto un giro della piazza il santo Padre incontrerà il sindaco di Sulmona Fabio Federico e il vescovo di Sulmona Valva Angelo Spina.
Quindi sarà celebrata la Santa Messa a cui seguirà l'Angelus.
All'interno della piazza potranno accedere solo le persone provviste di pass.
In piazza sono attese più di 10 mila persone ma si stima l'arrivo, in tutta la città di oltre 25 mila fedeli.
Si potrà entrare in piazza Garibaldi dalle 6,00 alle 8,30 da corso Ovidio, via Marselli e via Margherita.
Tutte le persone che entreranno in piazza riceveranno un kit con un cappellino, una bandierina e. Dopo l'Angelus il Santo Padre attraverserà di nuovo corso Ovidio fino a giungere alla casa pastorale diocesana che sarà dedicata a lui.
Pranzerà e si riposerà.
Nel pomeriggio incontrerà sei detenuti del carcere di Sulmona, alcuni agenti il direttore e il cappellano.
Alle 17 raggiungerà la Cattedrale di San Panfilo dove incontrerà i giovani.
Francesca Orsetti di Sulmona e Cristian Di Sanza di Roccaraso, rivolgeranno al Santo Padre alcune domande poi scenderà nella cripta di San Panfilo e nella cappella di Celestino V dove si raccoglierà in preghiera.
Nella cappella sono custoditi una parte del cuore, il cilicio, i sandali e il crocifisso che stava sull'Eremo di sant'Onofrio e al quale Celestino V si rivolse per dirimere il suo dubbio se accettare o meno di diventare papa.
Alle 17,45 il Papa dalla Cattedrale di san Panfilo raggiugerà il vicino stadio Pallozzi da dove salirà sull'elicottero e riparterà per Roma.


Visualizza VISITA DEL PAPA A SULMONA 4 LUGLIO 2004 in una mappa di dimensioni maggiori

I NUMERI DELL'EVENTO

15.000 le mappe che aiuteranno i fedeli e i pellegrini a raggiungere le zone della città per assistere al meglio alla visita del papa.
Saranno istallati 5 maxi schermi due in piazza Garibaldi e gli altri nei luoghi individuati per ospitare le persone che resteranno fuori da piazza Garibaldi.
Piazza Plebiscito, Parco fluviale Augusto Daolio, piazzale antistante la Cattedrale di san Panfilo, piazzale antistante l'ospedale e l'ultimo agli impianti sportivi dell'Incoronata dove arriverà il Papa.
I parcheggi, in tutto 16, saranno serviti da 17 bus navetta che porteranno i fedeli fino a piazza Capograssi che sarà il capolinea.
Un bus navetta sarà a servizio anche dei fedeli che arriveranno a Sulmona con il treno.
Le corse partiranno ogni 15 minuti dai due capolinea che sono stati individuati nel piazzale davanti all'hotel Meeting nel nucleo industriale e nel piazzale dello scalo ferroviario.
Gli esercizi pubblici potranno rimanere aperti per tutta la giornata mentre i residenti che hanno le loro abitazioni lungo il percorso che affronterà il Papa e in piazza Garibaldi, dovranno comunicare al commissariato eventuali ospiti.


MA L'EREMO RESTA CHIUSO

«Mi spiace moltissimo, ma non posso riaprire l'eremo per la visita del papa. Me lo impediscono le relazioni tecniche di genio civile, protezione civile regionale, servizio difesa del suolo e autorità di bacino».
E' a malincuore che il sindaco di Sulmona ha comunicato che la zona celestiniana, quella dove Frà Pietro da Morrone si rifugiò in preghiera e dove gli emissari del Vaticano lo raggiunsero per comunicargli che era stato nominato Papa resteranno inaccessibili.
«Se ignorassi tali avvertimenti sarei un incosciente – ha spiegato il primo cittadino - anche se non nascondo tutto il mio dispiacere».
A chiedere la riapertura della zona celestiniana che il Papa sorvolerà in elicotterro, è stata l'associazione celestiniana sulla base di una relazione tecnica elaborata da due geologi.
«La situazione è sempre la stessa da secoli», ha denunciato il presidente dell'associazione celestiniana, Giulio Mastrogiuseppe, «non si capisce come il sindaco, proprio in coincidenza della visita del Papa, abbia deciso di interdire la zona alla visita delle persone. Un danno per l'immagine della città e per la nostra associazione che vive con i proventi che derivano dalla gestione di questi luoghi».
02/07/2010 15.55


Visualizza VISITA DEL PAPA A SULMONA 4 LUGLIO 2004 in una mappa di dimensioni maggiori


Cartina Visita Papa Sulmona CentroStorico


Cartina Visita Papa Sulmona Parcheggi