Giuliante(Pdl): «tagli ai consiglieri regionali e ai dirigenti»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

3634

ABRUZZO. «Se vogliamo essere credibili, la riduzione del costo della politica passa non solo dal taglio degli stipendi dei consiglieri regionali, ma anche da una politica oculata sulle spese per il personale».

Gianfranco Giuliante, capogruppo del Pdl alla Regione Abruzzo, usa l'arma del paradosso per far capire che così non può andare avanti, tenendo la testa sotto la terra come gli struzzi. Lui ha deciso di “parlare” e non solo con Chiodi.
«Mi riferisco ad esempio alla politica dei premi di risultato per i dirigenti: alla Regione sono previsti dai 10 mila ai 40 mila euro l'anno. Cioè sono differenziati. Sa invece a quanto ammontano per tutti? A 44 mila euro ciascuno».
Si ricorderà infatti la sua risposta critica al presidente quando ha avuto l'impressione che Chiodi gli volesse tappare la bocca per un'incompatibilità funzionale da capogruppo che nella sua veste non potrebbe criticare il presidente della sua maggioranza.
Ieri Giuliante ha alzato il tiro ed in una conferenza stampa ha spiegato che certamente i sacrifici si possono fare, ma a patto che li facciano tutti, dirigenti della Regione compresi, visto che negli ultimi tempi si sarebbero “allargati” un pò troppo.
Il capogruppo Pdl ha proposto dunque la creazione di un “integruppo” tra maggioranza ed opposizione per stanare i veri costi della politica e tagliarli senza esitazione e senza strumentalizzazioni.
«In Abruzzo ci sono 121 dirigenti su un totale di 1300 dipendenti, con un rapporto di oltre 1 dirigente ogni 10 dipendenti e di 1 dirigente ogni 11 mila abitanti. Altrove, come in Lombardia, il rapporto è 1 ogni 50 mila cittadini – ha spiegato Giuliante – inoltre serve ridurre anche la spesa per i consiglieri delle società partecipate dalla Regione. All'Arta ad esempio ci sono 28 dirigenti su circa 200 dipendenti, il rapporto di 1 a 7 è imbarazzante, si spendono infatti circa 3 milioni di euro l'anno per stipendi dirigenziali».
Giuliante si è soffermato anche sugli stipendi super di alcuni dirigenti, ad oltre 160 mila euro l'anno, e sulle consulenze che incidono per milioni di euro.
«Ho aspettato a parlare – ha spiegato Giuliante - perché adesso che è pronto il progetto di tagli ai consiglieri abbiamo le carte in regola per chiedere sacrifici».
s. c. 05/06/2010 9.30


CONDIVIDI GLI ARTICOLI DI PDN SU FACEBOOK