Stop del consiglio regionale a nuovi impianti di smaltimento rifiuti

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2447

ABRUZZO. Il Consiglio Regionale, nell’ultima seduta, ha approvato, all’unanimità, una risoluzione urgente in materia di rifiuti.


Nello specifico si impegna il presidente della Regione Abruzzo, Gianni Chiodi, a sospendere i procedimenti di rilascio delle autorizzazioni alla costruzione ed all'ampliamento di impianti di smaltimento e recupero dei rifiuti.
A darne notizia è l'assessore regionale all'Agricoltura, Mauro Febbo, che, insieme al senatore Fabrizio Di Stefano ed al sindaco di Ortona, Nicola Fratino, avevano presentato, pochi giorni fa, alla stampa, un progetto di legge regionale proprio in materia di localizzazione degli impianti di smaltimento e recupero dei rifiuti.
La proposta legislativa –hanno spiegato i promotori- è nata dalla necessità di tutelare un territorio, nello specifico quello ortonese, che risulta essere, in questi ultimi tempi, «oggetto di tentativi di aggressioni ambientali».
Sono numerose le domande di avvio dell'iter amministrativo per il rilascio di autorizzazioni di impianti di vario genere, (smaltimento rifiuti, biomasse, turbo gas, ecc).
La decisione assunta dal consiglio regionale pone oggi uno stop a questi tentativi.
Si è deciso di procedere all'approvazione di una risoluzione urgente nell'attesa che si proceda alla stesura di un testo unico di proposta di legge, dato che ne erano state presentate diverse per regolamentare la materia.
Di recente la Corte Costituzionale ha ritenuto che spetti alle Regioni, nell'esercizio della potestà legislativa in materia di governo del territorio, la localizzazione degli impianti di smaltimento e recupero dei rifiuti.

03/06/2010 9.14