Cooperazione, Pagano sogna un accordo con l'Angola

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1693

PESCARA. Presentata l’ipotesi di accordo fra la Regione Abruzzo e la Provincia della Huila (Repubblica dell’Angola).

Alla presentazione hanno preso parte il presidente del Consiglio regionale dell'Abruzzo, Nazario Pagano, il direttore generale della Asl di Pescara Claudio D'Amario, il presidente della Camera di Commercio di Pescara, Daniele Becci, i componenti dell'associazione di Martino, il professor Giustino Parruti e Aldo Di Clemente, e i medici dell'ospedale di Pescara i quali Ciampa e Natarelli.
Fra gli obiettivi dell'accordo bilaterale, ci sono la lotta contro l'Aids e altre malattie, la promozione dello sviluppo del sistema di insegnamento, la pianificazione di interventi inter-istituzionali di miglioramento della situazione penitenziaria e l'appoggio al settore dell'acqua e al risanamento economico.
«Dopo aver conosciuto trent'anni di guerra civile - ha detto il presidente Pagano - l'Angola è un paese tutto da ricostruire. Nonostante questo, subito dopo il terremoto che ha colpito l'Aquila e i territori circostanti il 6 aprile del 2009, nella Provincia angolana della Huila, in cui opera l'associazione “Marco di Martino”, sono stati raccolti dei fondi per la ricostruzione post sisma. Da quel gesto è nata una forma di collaborazione con la Regione Abruzzo. Ci siamo accorti che questo Paese ha molti problemi in materia sanitaria, ma anche a livello industriale ed economico. L'Angola, però, ha incredibili risorse primarie: basti pensare che è diventato il primo paese africano nella produzione di petrolio, superando la Nigeria».
L'Abruzzo, ha spiegato ancora Pagano, potrebbe essere uno dei partner ideale non solo per la Provincia della Huila, ma dell'intera Angola, «un paese ricco di potenzialità ma poverissimo per quello che riguarda l'organizzazione. Fra i nostri obiettivi, oltre alla collaborazione in campo sanitario, c'è anche quello dell'internazionalizzazione delle imprese abruzzesi in loco. La mia volontà - ha concluso Pagano - è quella di rendere sempre più istituzionale questo rapporto».
Apprezzamento è stato espresso anche dal presidente della Camera di Commercio di Pescara e dal direttore generale della Asl di Pescara.

30/04/2010 8.40