Iniziati i lavori per il nuovo Piano di sviluppo rurale

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1076

Iniziati i lavori per il nuovo Piano di sviluppo rurale
Hanno ripreso il via ieri pomeriggio con un lungo incontro svoltosi nella sala conferenza dell'Arssa di Cepagatti tra le rappresentanze delle istituzioni, delle associazioni di categoria e dell'università, i lavori che porteranno alla stesura del nuovo Piano di Sviluppo Rurale 2007-2013, che sarà completata entro il prossimo giugno.

All'importante appuntamento, risultato utile per confrontare le criticità del vecchio Psr 2000-2006 e per individuare le opportunità che la Regione Abruzzo dovrà cogliere, è intervenuto anche Giuseppe Blasi, responsabile del Ministero delle Politiche Agricole per la redazione del nuovo Psr nazionale, che ha raccontato anche l'esperienza della Regione Campania.

«Pur partendo da una condizione critica – ha spiegato l'Assessore regionale all'Agricoltura Marco Verticelli – oggi abbiamo una conoscenza e una coscienza diverse rispetto al passato, grazie al lavoro straordinario prima dei tavoli di concertazione e poi della Conferenza regionale dell'Agricoltura. Ora, infatti fare in modo di utilizzare il materiale prodotto grazie al contributo di tecnici e operatori agricoli abruzzesi».

«La nuova politica agricola regionale – ha continuato Verticelli - dovrà necessariamente utilizzare un approccio multidisciplinare, coinvolgendo gli altri assessorati interessati e gli altri enti locali sul territorio, e orientata su un programma strategico che interpreti e catturi le opportunità che si sviluppano a livello comunitario. In un momento in cui l'Abruzzo, non rientrando nell'Obiettivo 1, subirà un taglio del 18% dei finanziamenti europei, è fondamentale attuare interventi e di strumenti legislativi adeguati alle opportunità di sviluppo della realtà regionale e facilmente utilizzabili dalle aziende agricole. Ecco perché, tra gli obiettivi immediati di questo Assessorato, c'è il riordino della legge sulla forestazione e la nuova legge quadro sull'agricoltura».
11/03/2006 10.08