Consiglio regionale, dopo 17 anni svolta per l'Istituto Zooprofilattico

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1869

L'AQUILA. Giornata di protesta fuori da palazzo dell'Emiciclo, all'Aquila, in concomitanza con la riunione del consiglio regionale, la prima dopo la lunga pausa per le elezioni amministrative e le festività pasquali.
A mobilitarsi sono stati un folto gruppo di inquilini Ater (azienda territoriale per l'edilizia territoriale), guidati dal segretario regionale del sindacato 'Mia Casa', Pio Rapagnà, che ha sollecitato ancora una volta il presidente della Regione, Gianni Chiodi, nella sua veste di commissario delegato per la ricostruzione, a mettere a disposizione i fondi, complessivamente 150 milioni di euro, per ristrutturare gli alloggi popolari danneggiati dal sisma e classificati A, B e C.
A protestare per sensibilizzare il consiglio regionale ad approvare la riforma del commercio sono stati, invece, rappresentanti della Confesercenti e Confcommercio, Federconsumatori ed Anci.
In ultimo, c'é stata una protesta di cittadini, tra cui agricoltori, di Ortona a Mare contro l'insediamento della discarica di amianto nel territorio comunale.
Intanto all'interno sono iniziati con più di un'ora di ritardo i lavori del Consiglio che ha poi dato il via libera alla variazione di bilancio che prevede risorse per finanziare azioni contro l'erosione della costa.
«Si tratta – hanno spiegato gli assessori Carlo Masci (Bilancio), Angelo Di Paolo (Lavori pubblici) e Mauro Di Dalmazio (Turismo) - di un provvedimento di grande rilevanza che permette in questo modo di avviare a breve azioni concrete per arginare il fenomeno dell'erosione costiera e di salvare la stagione turistica che rischiava di rimanere seriamente compromessa proprio per le conseguenze del fenomeno».
Dopo un lungo e teso braccio di ferro tra la maggioranza di centrodestra e le opposizioni di centrosinistra, sono passate anche alcune norme sul personale, alla quale sono stati attaccati molti emendamenti di varia natura, alcuni bocciati altri approvati.
L'assemblea ha anche licenziato una manovra di bilancio di circa un milione di euro nella quale c'é un finanziamento di circa 750.000 euro per la rotatoria di Montesilvano (Pescara).
Approvati anche il rendiconto finanziario del Consiglio regionale riferito all'esercizio 2009, la proroga della durata della Commissione speciale per la legge elettorale e per le modifiche dello statuto e un provvedimento per finanziare azioni contro l'erosione della costa.
Dopo 17 anni il Consiglio ha poi approvato la legge che consentirà all'Istituto Zooprofilattico dell'Abruzzo e del Molise di dotarsi di una gestione normale, ponendo così termine alla stagione commissariale.
La riforma prevede tra le altre cose la nomina di un Cda, composto da due componenti del Molise, due dell'Abruzzo ed uno del ministro competente e del direttore generale e del collegio dei revisori dei conti.
Sulla riforma il consigliere dell'Idv Cesare D'Alessandro ha paventando il rischio che la direzione possa andare al Molise.
Approvato all'unanimità il progetto di legge sulla sicurezza sul lavoro in particolare sull'esercizio degli apparecchi di sollevamento e degli automezzi dotati di bracci aerei.
A maggioranza, è stato approvato poi il progetto di legge, licenziato in commissione, sullo snellimento delle procedure burocratiche legate "alla costruzione e all'esercizio di impianti alimentati da fonti rinnovabili, delle opere connesse e della infrastrutture indispensabili alla costruzione e all'esercizio degli stessi".
Sospesi, invece, i lavori del Consiglio regionale sulla discussione di un emendamento alle "Modifiche della legge finanziaria regionale", riguardante il prolungamento dei contratti dei lavoratori Co.Co.Co che risultavano assunti alla data del 12 dicembre scorso.
In un primo momento, infatti, la Giunta regionale , su indicazioni dell'assessore Carpineta, aveva votato contro un emendamento presentato dal Consigliere di opposizione, Franco Caramanico (PD), che permetteva il prolungamento dei contratti dei lavoratori a progetto «fino al completamento delle procedure di selezione di apposito personale con contratto a tempo determinato».
Successivamente alla bocciatura, e' stato presentato un nuovo sub emendamento, questa volta firmato anche dal Consigliere Sospiri (PdL) e dall'assessore Stati (PdL), che riproponeva il prolungamento dei contratti per i Co.Co.Co.: a quel punto, prima di evitare uno scontro in Aula tra gli esponenti della stessa maggioranza e per permettere un chiarimento interno, e' stata votata la sospensione dei Lavori.
Nel corso della seduta, l'assemblea ha preso atto delle dimissioni ufficiali del consigliere Antonio Del Corvo, non presente in aula a causa di impegni istituzionali assunti nel suo nuovo ruolo di presidente della Provincia dell'Aquila. Il presidente del Consiglio regionale, Nazario Pagano, ha conseguentemente comunicato la nomina di Emilio Iampieri - primo dei non eletti della lista del PDL per la circoscrizione dell'Aquila - come consigliere regionale che subentrerà, ufficialmente da oggi, al posto di Del Corvo.

21/04/2010 8.23

CONDIVIDI GLI ARTICOLI DI PDN SU FACEBOOK