Raccolta differenziata Abruzzo: + 3.05%. Fara S. Martino regina (84,9%)

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2947

ABRUZZO.Primi frutti positivi per il potenziamento e diffusione delle raccolte differenziate 'porta a porta'.


Lo ha detto l'assessore all'Ambiente, Daniela Stati commentando i risultati del rapporto sulla Raccolta differenziata per l'anno 2008 predisposto dal Servizio Gestione Rifiuti regionale – Osservatorio regionale rifiuti.
Il dato del 2008 (+ 3,05% rispetto al 2007) é l'incremento più alto degli ultimi 5 anni.
È un trend in crescita, anche alla luce dei dati riferiti al 2009 che l'Osservatorio Regionale Rifiuti sta analizzando, e che evidenziano un ulteriore balzo in avanti di alcuni punti in percentuale.
Nello specifico il dato complessivo delle raccolte differenziate nella Regione Abruzzo è pari al 21,98 %, mentre le quattro Province hanno una situazione generale non omogenea.
Infatti si passa dal 32,74% della Provincia di Teramo al 22,70% di quella di Chieti e al 20,08 di quella di Pescara per finire con il 12,38 della Provincia di L'Aquila.
Per quanto concerne i Comuni più attenti il podio va a Fara San Martino con una percentuale dell'84,98%, seguito da Rosciano con 66,29% e da Tocco Casauria con il 65,84%.
«Come si evince - continua Stati - sono ancora molte azioni da intraprendere, specie in alcuni ambiti, per rendere i servizi più efficaci e nel promuovere campagne di sensibilizzazione nei confronti dei cittadini. E lo stiamo facendo, di concerto con gli Enti Locali e i Consorzi comprensoriali dei rifiuti. Grazie al sostegno finanziario della Regione (bando per 5 milioni di euro), diversi Enti stanno passando dai servizi di Raccolta differenziata stradali a quelli domiciliari 'porta a porta'. Abbiamo sostenuto molti interventi per la realizzazione di stazioni ecologiche ed acquisto di attrezzature - ha proseguito l'assessore - Purtroppo va anche rilevato che alcuni Comprensori hanno perso i finanziamenti per gravi inadempienze e ritardi nella presentazione della necessaria documentazione. Una situazione che dispiace e che non dovrà più accadere. Siamo al lavoro per dare una ulteriore spinta alla raccolta differenziata. Il Servizio Gestione Rifiuti sta predisponendo il 1° Programma regionale straordinario che sarà sostenuto da fondi FAS per circa 9 milioni di euro. Prossimamente, non appena avremo il via libera sulla definitiva disponibilità dei fondi, sarà pubblicato un apposito bando pubblico. Oltre a questo, per i Comuni virtuosi che hanno raggiunto gli obiettivi, attraverso l'utilizzo di "fondi di premialità" disposti con il QSN 2007 – 2013, avremo disponibili altre risorse finanziarie. E' giusto che chi si è impegnato maggiormente abbia un riconoscimento economico».

29/01/2010 8.19