My sweet home Abruzzo

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1632

Per lo più americani, inglesi, tedeschi e irlandesi che una volta arrivati nella nostra regione decidono di stabilirsi per sempre. Sono anziani, attratti dalla bellezza della natura e da una vita tranquilla. Ma quanti siano realmente non si sa.



Per lo più americani, inglesi, tedeschi e irlandesi che una volta arrivati nella nostra regione decidono di stabilirsi per sempre. Sono anziani, attratti dalla bellezza della natura e da una vita tranquilla. Ma quanti siano realmente non si sa.



Gli stranieri comprano casa in Abruzzo. Negli ultimi anni questa tendenza è aumentata forse anche grazie al numero di passeggeri sempre crescente che affolla lo scalo abruzzese.
«Gli stranieri», spiega Nikki Di Girolamo, direttrice responsabile dell'agenzia immobiliare House Around Italy, che ha sede nell'aeroporto di Pescara, « si dimostrano sempre più interessati ad un immobile nella regione».
Un identikit dell'acquirente tipo non è facile da delineare anche se la direttrice cerca di fare il punto sulla situazione: «In maggioranza sono inglesi, americani, tedeschi, olandesi, irlandesi che quando arrivano da noi hanno già le idee chiare, ovvero ottenere una casa in una regione che li affascina tanto».
Sono anziani che decidono di trasferirsi definitivamente in Abruzzo, probabilmente affascinati da una vita serena in un ambiente molto diverso dalle grandi metropoli da cui arrivano.
Indubbiamente, anche se dall'agenzia non lo confermano, ci sarà anche qualche acquirente più giovane dal portafoglio prestigioso che decide di investire sul mattone italiano per una casa da vacanza, così come va tanto di moda in questi ultimi anni (si pensi a George Cloony e alla sua villa sul Lago di Como).
«Le richieste», spiega la direttrice, «che ci giungono riguardano generi molto diversi, a seconda dell'età e delle varie esigenze personali. Non c'è una preferenza precisa, diciamo che si spazia dal rudere che poi deve essere rimesso a posto alle case di recente costruzione».
Il settore sembra in forte espansione e anche Di Girolamo conferma: «quest'anno le vendite sono andate molto bene e sono sicuramente aumentate sia rispetto allo scorso anno, sia rispetto agli anni precedenti», anche se non ci vengono forniti dati al riguardo che possano in qualche modo provare quanto detto. Peccato.
Ma cosa spinge uno straniero ad investire nella regione Abruzzo?
«Per alcuni di loro certamente c'è l'incentivo del cambio favorevole», ammette la direttrice di House Around Italy, «altri si lasciano incantare dalla bellezza del territorio, e altri ancora dalla duplice opportunità di avere a portata di mano sia il mare che la montagna e una delle località più ambite in questi ultimi anni è Penne».
Il verde Abruzzo, quindi strega i turisti che una volta arrivati in Italia sentono la necessità di metterci un pò le radici.
«Rimangono piacevolmente sorpresi dalla bellezza della regione», spiega Di Girolamo, «anche se sicuramente si aspettano una migliore qualità delle case. Sono tutti concordi, infatti, nel criticare le numerose abitazioni che deturpano il panorama. Per incrementare ancora di più questo settore», aggiunge Di Girolamo, «si dovrebbe proprio investire nell'estetica delle case, per renderle ancora più appetibili e irresistibili».
Se quindi la natura ci pensa a invogliare gli acquirenti stranieri, per aumentare il mercato non resta che sperare nel gusto degli architetti. Alessandra Lotti