Prima riunione del Cram: un occhio agli abruzzesi, un altro al portafogli

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1989

ABRUZZO. Un occhio agli abruzzesi che vivono all’estero un altro al portafogli.

La prima riunione del Cram, il consiglio regionale per gli abruzzesi nel mondo è scivolata via con un messaggio chiaro: rinsaldare i rapporti con chi è nato in Abruzzo ma da anni vive all'estero. Meglio se questi rapporti aiutano l'economia flagellata della regione.
«Ai nostri emigrati nel mondo chiediamo di essere veri 'ambasciatori' di un'economia regionale che ha bisogno di ripartire oltre che 'rappresentanti' di un prodotto Abruzzo di grande qualità», ha detto l'assessore all'Emigrazione, Mauro Febbo che, questa mattina, all'Aquila, nell'aula consiliare di Palazzo dell'Emiciclo. E' stato lui ad aprire la prima riunione dell'organo ufficiale della Regione Abruzzo, composto da oltre 50 delegati rappresentanti di tutte le Federazioni degli abruzzesi all'estero.




«Questa prima riunione del Cram - ha aggiunto l'assessore Febbo che presiede l'organismo - assume oggi un significato particolare poiché il sisma ha colpito il cuore pulsante di questa regione. Sono ingenti i danni causati al patrimonio storico, artistico e culturale che esprimono la memoria e l'identità di questa terra. Dobbiamo ripartire dalla ricostruzione del tessuto socio-economico, dalla salvaguardia dei beni storici e artistici, dalla ricostruzione degli immobili pubblici colpiti duramente. Chiediamo quindi uno sforzo ai nostri corregionali all'estero perché siano ambasciatori di un'esigenza forte di ripresa dell'intero territorio. Certamente l'attività di questo consiglio sarà condizionata dalle risorse economiche che saremo in grado di mettere in campo. Per questo occorre uno sforzo comune. La Regione - ha concluso Febbo - mostra, in questo modo, vicinanza agli abruzzesi all'estero nonostante il momento particolare caratterizzato anche da difficoltà economiche legate al bilancio regionale».
Domani, all'hotel Europa di Giulianova, continueranno i lavori del Cram per eleggere gli altri organismi costitutivi, in particolare la vice presidenza e il comitato esecutivo.
13/11/2009 14.33