In 810 per un posto a tempo determinato: ma la prova è a Roma

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

6514

ABRUZZO. E' una specie di selezione per un reality show o per il casting del nuovo film di George Clooney.

Un esercito di mille aspiranti al posto di impiegato di categoria C a tempo determinato si sta per muovere dall'Abruzzo verso l'Ergife Palace Hotel di Roma, via Aurelia.
Dalle parti di San Pietro per capirci, che per arrivarci ci vogliono due viaggi: uno per arrivare al Grande raccordo anulare, un altro per raggiungere l'Hotel.
Una location famosa, immortalata fin dai tempi di Craxi che lo aveva scelto come sede di importanti riunioni, ma anche la sede più attrezzata a Roma per eventi congressuali e per concorsi.
Quindi una sede prestigiosa, non c'è che dire, per una selezione di personale che al massimo consentirà a qualche fortunato di guadagnare un posto di lavoro per sei mesi.
C'era proprio bisogno di scegliere Roma e di sottoporre ad uno stress così complicato questo esercito di quasi mille disperati, disposti anche a questo sacrificio pur di lavorare?
Insomma una sorta di preselezione…
L'avviso pubblicato sul Bura speciale concorsi M° 26 dell'8 luglio scorso dimostra, se ce ne fosse ancora bisogno, quanta distanza c'è tra il mondo reale ed il mondo della burocrazia.
Una commissione di 5 esperti (tre esterni e due impiegati regionali), 810 ammessi, 134 esclusi per aver presentato domanda fuori tempo (capita anche questo), prova d'esame il prossimo 27 novembre: il tutto, ripetiamo, per essere inseriti in una graduatoria da cui attingere in caso di bisogno per coprire posti da impiegato di categoria C.
Viaggio, albergo, disagi: forse la spesa non vale l'impresa.
Non si poteva fissare la sede in qualche albergo o scuola in Abruzzo, magari decentrando le prove nelle quattro province? E quante persone delle 810 ammesse si presenteranno effettivamente? E quale sarà il costo per la Regione?

S. C. 07/11/2009 10.05