Lavoro. Firmata intesa con province per 26 ml di euro

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2050

ABRUZZO. Lavoro e Formazione per quasi 26 milioni di euro, cioè circa 50 miliardi di vecchie lire.

Il "Progetto speciale multiasse ad attuazione provinciale" ha visto la firma dell'Intesa, tra la Regione e le Province abruzzesi, questa mattina, nella sede della Giunta regionale, a Pescara.
Tutti presenti all'appello, gli assessori al ramo delle quattro province, e per quella di Pescara, anche il presidente Guerino Testa.
A presiedere il Tavolo tecnico, l'assessore al Lavoro, Paolo Gatti che ha subito espresso grande entusiasmo per il risultato raggiunto.
«Si tratta di un accordo che ha visto l'inizio del suo percorso lo scorso anno - ha chiarito l'assessore - e che abbiamo dovuto rimodellare anche in virtù dell'accordo anti-crisi delle Regioni con lo Stato. A questo punto, arriveranno sul territorio queste considerevoli risorse , che le Province dovranno rapidamente utilizzare per politiche attive del lavoro. E cioè - ha rimarcato Gatti - per dare risposte lavorative certe agli abruzzesi, ed in particolare per tutti coloro che sono in seria difficoltà in questo difficile momento che sta attraversando la nostra Regione».
«L'Aquila aspettava con impazienza questa firma - ha detto l'assessore Ermanno Giorgi - per le immaginabili ragioni e per le conseguenze della drammatica situazione che viviamo. La parte di risorse finanziarie spettanti alla nostra provincia permetteranno di cominciare a risolvere i tanti problemi di cui siamo appesantiti».
La Regione, preso atto delle istanze avanzate da tutte le amministrazioni Provinciali e soprattutto dalla Provincia dell'Aquila, in conseguenza dell'evento sismico, si riserva di poter disporre, per l'anno 2010, l'assegnazione di ulteriori risorse a copertura degli oneri relativi al personale, all'acquisizione di beni ed alle prestazioni di servizi.
E provvederà, inoltre, in tempi celeri, a disporre l'erogazione del prefinanziamento (anticipo) pari al 20% del budget complessivo assegnato a ciascuna Provincia.
L'assessore Paolo Gatti, in considerazione della difficile situazione in cui versa il territorio e tenuto conto della rilevanza strategica degli interventi oggetto del presente protocollo, ha voluto ribadire alle amministrazioni provinciali di «dare immediato seguito ai formulari approvati e, quindi, di procedere con sollecitudine alla redazione dei progetti attuativi necessari per la realizzazione delle attività».

DA REGIONE PAGAMENTI PIU' CELERI A PRIVATI

Saranno più celeri e tempestivi i pagamenti della Regione Abruzzo in favore di quelle imprese che hanno rapporti contrattuali con l'ente.
È quanto ha stabilito la Giunta regionale che su proposta dell'assessore al Bilancio, Carlo Masci, ha approvato la delibera sulle misure organizzative "per garantire maggiore tempestività sui pagamenti".
La delibera di fatto «dà tempestiva attuazione - ha spiegato l'assessore al Bilancio Carlo Masci - ad uno dei provvedimenti contenuti nel decreto Anticrisi varato dal governo attraverso linee di indirizzo operativo finalizzate allo snellimento delle procedure di spesa alle quali le strutture regionali dovranno uniformarsi per garantire tempestività nelle erogazioni di spesa. La delibera adottata - precisa inoltre l'assessore al Bilancio - è in coerenza con la disciplina comunitaria in materia di lotta contro i ritardi nelle transazioni commerciali».
La disciplina prevede inoltre l'obbligo, da parte della struttura che adotta il provvedimento, di accertare preventivamente il rispetto delle regole di finanza pubblica riguardo i saldi, per impegni e pagamenti, previsti nel Patto di stabilità 2009.



29/09/2009 13.28