Risparmio energetico: si comincia dall’Abruzzo

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

882

In occasione del primo anniversario del protocollo di Kyoto Regione Abruzzo e Legambiente avviano il progetto per la campagna di diffusione di lampadine a risparmio energetico.
I cittadini abruzzesi potranno comprare a condizioni agevolate 46.000 lampadine certificate di classe “A” a basso consumo. Queste hanno una potenza ed un consumo pari a 15W, ma illuminano come una tradizionale ad incandescenza da 75W, durano 10 volte di più (10.000 ore) e consumano 5 volte di meno.
La nostra è la prima regione in Italia ad avviare su tutto il territorio il programma di efficienza energetica che rispetta l'ambiente e prevede risparmi fino a 527.000 euro in bolletta, portando alla regione 34.000 euro di titoli di efficienza energetica.

A parità di illuminazione, il progetto consentirà, infatti, un risparmio di 3,4 milioni di kw/anno, saranno ridotte di 1.500 tonnellate/anno le emissioni di anidride carbonica, si consumeranno 700.000 litri di petrolio in meno.
L'iniziativa è il primo concreto contributo della Regione all'adempimento degli obblighi sottoscritti con il protocollo di Kyoto, con il quale l'Italia si è impegnata a ridurre del 12% l'emissione in atmosfera dei gas che alterano il clima.
«L'Abruzzo comincia a fare concretamente la sua parte», dichiara Franco Caramanico, assessore regionale all'ambiente ed all'energia . «Per onorare i nostri impegni con Kyoto iniziamo dal risparmio energetico coinvolgendo direttamente i cittadini. Investiamo 180.000 euro, ma risparmiamo tre volte tanto grazie alle bollette meno care e facciamo acquisire all'Abruzzo i Certificati di Efficienza Energetica (Certificati Bianchi), che ci porranno in una posizione di vantaggio nel mercato energetico nazionale».
Le lampadine a basso consumo sono scarsamente diffuse nella abitazioni domestiche perché ritenute troppo costose. In realtà il prezzo di acquisto viene largamente ripagato dal
risparmio ottenuto in bolletta a anche i ritorni ambientali, energetici ed economici sono largamente dimostrati.

20/02/2006 10.24


SCARICA L'OPUSCOLO COMPLETO