Abruzzo alla Bit: unito nel segno del turismo

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1053

Abruzzo alla Bit: unito nel segno del turismo
MILANO. L'Assessore regionale al Turismo Enrico Paolini: “Vale l'effetto squadra tra Regione, enti locali ed operatori turistici” Il Presidente APTR Carlo Costantini: “Una svolta nella gestione del turismo in Abruzzo”
L'Abruzzo è pronto per l'edizione 2006 della BIT – Borsa internazionale del turismo in programma a Milano dal 18 al 21 febbraio 2006 con il marchio “Qualità Abruzzo”: per la prima volta unito nel segno del turismo, l'Abruzzo presenterà a migliaia di tour-operator, giornalisti e visitatori, un progetto, ideato e sostenuto dalla Regione Abruzzo attraverso fondi comunitari Interregg, che propone un segnale di riconoscibilità del prodotto turistico regionale sul mercato nazionale e internazionale.
La scelta è di promuovere l'Abruzzo puntando sulle sue eccellenze per rendere finalmente competitiva l'offerta turistica regionale, in un settore che rappresenta la seconda voce del Pil regionale.
L'ispirazione più forte è nella tipicità dei diversi territori abruzzesi, sulle sue espressioni culturali, artistiche ed eno-gastronomiche più autentiche.

I PUNTI DI FORZA
L'Abruzzo si presenta infatti agli operatori dei mercati turistici nazionali ed esteri forte delle sue aree protette, delle Bandiere blu, dei prodotti agroalimentari di qualità.
Per un totale del 33% del suo territorio, l'Abruzzo ospita tre parchi nazionali (d'Abruzzo, della Majella e del Gran Sasso-Monti della Laga), un Parco Regionale (Sirente-Velino) e una fitta rete di riserve naturali regionali: è la “regione verde d'Europa”.
La costa bagnata dal Mare Adriatico, poi, offre 130 chilometri di spiagge, basse e sabbiose a Nord e al Sud della regione, più rocciose, incastonate nella folta vegetazione mediterranea, nella parte centro-meridionale.
Nel 2005 alle località costiere abruzzesi sono state assegnate ben 11 Bandiere blu.
Un viaggio attraverso l'Abruzzo consente di scoprire rievocazioni storiche e riti religiosi di grande fascino, borghi incantevoli, oltre 500 castelli di ogni epoca, chiese affrescate e musei. Una posizione di privilegio che solo l'Abruzzo può vantare in Europa. A tutto ciò vanno aggiunti gli ottimi collegamenti e il loro sviluppo continuo: valido esempio è l'aeroporto, con importanti scali in Europa ed oltreoceano.
L'Abruzzo esce da una stagione invernale senza precedenti, con un boom di presenze natalizie al quale tutti i comprensori hanno risposto benissimo. Va inoltre ricordata la scelta di due importanti partiti italiani di svolgere nelle località turistiche dell'Altopiano delle Cinque miglia e dell'Altopiano delle Rocche le rispettive “Feste nazionali sulla neve”. A conferma di una capacità delle due località di un'immediata offerta turistica in grado di soddisfare tutte le richieste. Con altrettanto entusiasmo l'Abruzzo si prepara alla stagione estiva.

Enrico Paolini, vice presidente Regione Abruzzo, Assessore al Turismo:
«La nostra offerta turistica», dice l'assessore Paolini, «sia essa di montagna sia essa di mare, è da considerare di alto profilo, perché riesce a rispondere alle esigenze più attente che arrivano dal mercato. C'è stato bisogno però di uno scatto ulteriore, fatto di attenzione alle politiche di promozione e di sviluppo e di condivisione degli obiettivi e delle strategie con gli altri enti locali e con gli operatori e la Bit di Milano rappresenta solo il primo degli impegni, dal quale prenderà corpo la parte più consistente della nuova politica di promozione».

«Finalmente», spiega Carlo Costantini, presidente APTR – Azienda di promozione turistica regionale, «siamo ad un punto di svolta nella gestione del turismo in Abruzzo. È un momento importante che parte dalla garanzia di sintonia politica tra le amministrazioni provinciali e quella regionale: una base davvero importante che ci consente di concordare le attività e gli interventi mirando ad indirizzi precisi. Gli operatori adesso hanno dei punti di riferimento certi e anche la struttura dell'Aptr avrà missioni ben identificate. Il nostro obiettivo è comunicare un Abruzzo più moderno e più efficiente, capace di offrire servizi di accoglienza, privata o istituzionale, di alta qualità».

Gli appuntamenti dell'Abruzzo alla BIT (padiglione 19)

Sabato 18 febbraio ore 11,00
l'Abruzzo, in veste di Regione capofila per il turismo italiano, ospiterà l'assemblea degli assessori al turismo delle Regioni italiane. Sarà l'occasione per analizzare il futuro del sistema turistico italiano, alla luce del recente accordo siglato proprio in Abruzzo alla presenza del Ministro alle attività produttive Scajola, sulla costituzione del Comitato e sulla nuova Agenzia del turismo che sostituirà l'Enit.

Sabato 18 febbraio alle ore 15,00
l'Abruzzo presenta le strategie per il turismo religioso, in una conferenza stampa alla quale parteciperanno i presidenti delle quattro province: il presidente di Chieti Tommaso Coletti (provincia che coordina l'evento), Luciano La Penna Assessore al turismo di Chieti; Liberio Andreatta Amministratore Delegato dell'Opera Romana Pellegrinaggi; Enrico Paolini Vice presidente Regione Abruzzo; Carlo Costantini presidente APT; il Coordinatore del progetto "Il turismo attraverso i percorsi della Religione, della Storia e della Cultura" sindaco di Lanciano Filippo Paolini.

Domenica 19 febbraio, alle ore 11,30
l'Assessore regionale al Turismo Enrico Paolini terrà una conferenza stampa con quattro atleti abruzzesi di livello internazionale: il pilota di Formula 1 Jarno Trulli, il maratoneta Alberico Di Cecco, la ginnasta Fabrizia D'Ottavio (medaglia d'argento nel concorso a squadre alle Olimpiadi di Atene nel 2004 e medaglia d'oro a squadre ai Campionati Mondiali di ginnastica ritmica di Baku in Azerbaijan, nel 2005) e la campionenessa di pattinaggio Simona Di Eugenio: il turismo di qualità è promosso dai campioni dello sport. A seguire conferenze stampa delle quattro amministrazioni provinciali che illustreranno singolarmente progetti di promozione turistica.

Lunedì 20 febbraio, alle ore 11,00
l'Assessore Enrico Paolini e il Presidente dall'APTR Carlo Costantini incontreranno i giornalisti di settore nell'ambito dell'Abruzzo Open Day. Sarà occasione per tracciare un primo bilancio della Regione Abruzzo alla BIT e per presentare i prodotti e le strategie del turismo abruzzese per l'anno 2006.

Lo stand della Regione Abruzzo alla Bit
lo stand Abruzzo alla Bit di Milano si estende su 852 metri quadrati all'interno del padiglione 19. È disegnato con apertura su quattro lati e si sviluppa su tre livelli: un'area informativa-promozionale destinata alle amministrazioni provinciali e alla reception dell'Aptr; un'area di rappresentanza e un'area professionale, che ospita la sala conferenza, la sala stampa, include gli spazi riservati agli operatori e il corner per gli eventi. Ognuna delle quattro province abruzzesi esporrà su 50 mq. in postazioni dotate di video al plasma e lettore dvd e all'esterno di ognuna, una parete retroilluminata è personalizzata con gigantografia regionale. Ogni provincia avrà il suo ufficio di rappresentanza e sarà autonoma nel gestire gli eventi di promozione e le conferenze stampa di presentazione di prodotti e pacchetti turistici.

17/02/2006 13.50