L’eclissi di sole ce la mostra il web

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

19676

Stamane il particolare fenomeno che in Italia non sarà poi così evidente. La copertura del sole da parte della luna potrà arrivare fino all'80% a seconda della zona geografica. On line però sarà possibile ammirare l’evento in tutto il suo splendore.

Stamane il particolare fenomeno che in Italia non sarà poi così evidente. La copertura del sole da parte della luna potrà arrivare fino all'80% a seconda della zona geografica. On line però sarà possibile ammirare l'evento in tutto il suo splendore.


La luna e il sole che si stringono in un ideale in un abbraccio: una eclissi in pieno giorno che oscurerà il cielo, anche se in Italia la percepiremo come una eclissi parziale. L'evento è previsto per questa mattina tra le9:48 e le 9:57 (ora legale) e terminerà tra le 12:50 e le 12:54 a seconda della zona geografica da cui si osserva.
Nella fase massima la Luna coprirà il Sole tra l'80% e il 60% della sua superficie a seconda della direzione geografica da cui si osserverà il fenomeno.
La Luna, quindi, avrà un diametro apparente appena un pò più piccolo rispetto a quello del Sole, generando nella fascia centrale di osservabilità una eclissi anulare, così detta in quanto lascia visibile un sottile anello del disco solare che circonda il nero disco lunare.
La fascia in cui si verificherà l'eclissi anulare inizia dall'Africa Centro Orientale, si estende a quella Nord Occidentale ed attraversa il Mediterraneo fino alla Spagna.
Per seguire dal vivo l'evento,l'Unione Astrofili Italiani ha scelto due località ai margini del deserto
della Tunisia: Douz e Tozeur, entrambe favorite dalle condizioni meteorologiche, in cui l'anularità si potrà godere per oltre 4 minuti. Saranno quasi 150 gli Astrofili Italiani che andranno in Tunisia a godersi questo spettacolo.
Per chi resta in Italia, l'eclisse parziale sarà comunque uno spettacolo suggestivo da seguire (con protezione per gli occhi). Anche con una copertura di oltre l'80% del Sole da parte della Luna la diminuzione della luce diurna sarà praticamente inapprezzabile: per seguire tutte le fasi del fenomeno sono quindi indispensabili per esempio gli occhialini con la pellicola protettiva per la schermatura della luce solare, binocoli, telescopi dotati di filtri.
L'ECLISSI SUL WEB
Sarà possibile inoltre partecipare all'evento grazie ad alcuni siti internet che proporranno l'eclissi in diretta.
Grazie all'accordo UAI e Corriere della Sera nell'occasione sarà attivato “Il Cielo in Diretta” sulsitoCorriere.it. Il collegamento consentirà di ammirare le immagini live provenienti da varie località italiane e soprattutto dalle postazioni osservative allestite dalla UAI in Tunisia.  



Qui
invece è disponibile tutto il calendario delle eclissi future. Lunga vita tutti.