Bandiere blu, 13 per l'Abruzzo. Esce San Vito, entra Scanno

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

5813

Bandiere blu, 13 per l'Abruzzo. Esce San Vito, entra Scanno
ABRUZZO. Come nella scorsa edizione, anche quest'anno sono 13 le bandiere blu per l'Abruzzo assegnate dalla Foundation for Environmetal Education (FEE).
Nessuna bandiera è arrivata in provincia di Pescara, 7 sono quelle della provincia di Teramo (Martinsicuro, Alba Adriatica, Tortoreto Lido, Giulianova, Roseto, Pineto, Silvi), 5 in provincia di Chieti (Francavilla, Fossacesia, Rocca San Giovanni, Vasto e San Salvo) e anche 1 per la provincia dell'Aquila grazie al Lago di Scanno.
Unica non riconfermata dall'anno scorso San Vito Chietino che ha lasciato il posto a Scanno.
In tutta Italia ne sono state assegnate 113.
Ancora una volta, a livello del Bacino del Mediterraneo, l'Italia si colloca in ottima posizione al quinto posto in graduatoria, dopo Spagna, Grecia, Turchia e Francia.
La XXIII Edizione della Manifestazione ha voluto premiare quelle località le cui acque di balneazione sono risultate eccellenti, e nelle quali le amministrazioni si sono impegnate a migliorare lo stato dell'ambiente, promuovendo un turismo sostenibile.
«È con soddisfazione che con la campagna 2009 annunciamo un incremento di Bandiere Blu, ben 113, 9 in più della passata edizione, dimostrando così un impegno costante delle località rivierasche - ha detto Claudio Mazza, Segretario Generale della FEE Italia – siamo certi che investire sulla qualità ambientale – prosegue Mazza - sia il modo migliore per sviluppare un'economia locale sana e duratura incentrata sul turismo».

60 gli approdi premiati (in Abruzzo solo Pescara). Inoltre la Fee Italia, in collaborazione con la Direzione Generale della Pesca del Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali, sta portando avanti il progetto "Bandiera Blu - Pesca Ambiente" che punta a sensibilizzare il mondo della pesca alle tematiche ambientale e nel contempo a valorizzare le tradizioni locali ad esso legate, in tutte le località Bandiera Blu caratterizzate dalla presenza di una flotta peschereccia.
Per quanto riguarda le spiagge, il primato 2009 spetta ancora alla Toscana, quest'anno a pari merito con le Marche e la Liguria con 16 bandiere, mentre l'Abruzzo rimane stabile con 13. Una in più per la Campania, dove quasi tutte le località candidate sono riuscite a raggiungere l'obiettivo, portando così questa Regione a quota 12. Stabile invece l'Emilia Romagna che rimane a 8; 2 bandiere in più per la Puglia con 7 vessilli ed 1 in più per il Veneto che sale a 6. Sicilia, Calabria e Lazio ne hanno acquistata una raggiungendo quota 4; il Friuli Venezia Giulia riconferma le 2 dell'anno scorso come la Sardegna. Il Molise ne perde una rimanendo con 1 sola Bandiera Blu, come Piemonte e Basilicata. Le località lacustri sono presenti con 2 bandiere blu.
Trend positivo come detto per la Toscana, le Marche, la Liguria ed il Veneto e bene anche alcune regioni meridionali, quali Campania, Calabria e Puglia; in linea generale però i comuni, ad eccezione delle località vincitrici, dimostrano ancora troppo spesso una scarsa sensibilità ambientale.
07/05/2009 9.16