Politiche sociali, Gatti: «subito 2,3 mln euro alle famiglie»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2137

ABRUZZO. Fondi a sostegno delle famiglie numerose, degli anziani ultrasettantacinquenni e dei consultori familiari, per 2 milioni e 300.000 euro. * 3 MLN PER MOBILITA' NEL SETTORE LOCAZIONE
I criteri d'attuazione sono stati approvati stamane con delibera della Giunta regionale, su proposta dell'assessore alle Politiche sociali, Paolo Gatti.
La delibera della Giunta dà attuazione alla legge 296/2006 e all'intesa della Conferenza unificata del settembre 2007 che detta le linee di intervento per l'utilizzo del Fondo delle politiche per la famiglia.
Tre sono gli ambiti di intervento previsti.
All'abbattimento dei costi di servizi per le famiglie con quattro o più figli saranno destinati 500.000 euro.
Alle famiglie nelle quali vivono soggetti che hanno superato il 75° anno di età sarà destinato un milione e 200.000 euro per la qualificazione del lavoro e l'utilizzo di assistenti familiari.
Alla riorganizzazione dei consultori familiari, per potenziare gli interventi sociali a favore delle famiglie, saranno destinati 600.000 euro.
«Subito soldi veri per le famiglie abruzzesi per sostenerle in questo delicato momento. Stiamo individuando tutti i fondi a disposizione della Regione da poter mettere in circolo con celerità - ha commentato l'assessore Gatti - oggi attuiamo scelte non nostre, frutto di intese della vecchia Giunta e del precedente Governo nazionale ma in questa fase non c'è il tempo di sindacare sulla piena condivisione degli interventi previsti. Quello che ci preme è integrare con la massima rapidità il reddito delle famiglie con risorse reali, che abbattano i costi di servizi per loro essenziali».
Una volta pubblicati sul Bura i criteri di attuazione e relativi bandi gli Ambiti Territoriali Sociali avranno tempo 30 giorni per presentare i progetti, ai quali comparteciperanno sul piano finanziario con risorse proprie pari al 20% complessivo degli interventi.
30/03/2009 13.36

[pagebreak]

3 MLN PER MOBILITA' NEL SETTORE LOCAZIONE


ABRUZZO. La Giunta regionale su proposta dell'assessore ai Lavori pubblici, Angelo Di Paolo, ha deliberato stamane la ripartizione tra i Comuni dei fondi per il sostegno all'accesso alle abitazioni in locazione, per l'annualità 2007.
Il fondo complessivo, ripartito tra le quattro province, per i Comuni aventi titolo, ammonta a 3.570.508 euro, di cui 11.578 euro come residuo delle annualità 2006 e 2007.
Sono 154 i Comuni che hanno fatto pervenire richiesta di attribuzione dei fondi alla Direzione Opere Pubbliche.
Essendo il fabbisogno superiore alla somma disponibile, la stessa verrà ripartita in forma proporzionale tra i Comuni aventi titolo.
La delibera approvata dalla Giunta deriva dalla legge 431 del 1998 che ha istituito un fondo nazionale per la concessione di contributi integrativi per il pagamento dei canoni di locazione dovuti ai proprietari di immobili di proprietà pubblica e privata e per sostenere le iniziative intraprese dai Comuni per favorire la mobilità del settore della locazione.
Un decreto successivo del Ministero dei Lavori Pubblici, nel 1999, ha fissato i requisiti minimi riferiti al nucleo familiare del richiedente per l'accesso ai contributi.
Per la ripartizione delle somme è stato chiesto ai Comuni di quantificare il fabbisogno con l'invito agli stessi enti locali ad emanare appositi avvisi pubblici per individuare i soggetti in possesso dei requisiti per beneficiare dei contributi.