Balneatori soddisfatti, arriva l’emendamento "salva stagione"

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1520

ABRUZZO. Ce l’hanno fatta. Il Sib/Confcommercio esprime piena soddisfazione per l’approvazione da parte del Governo dell’emendamento –salvezza.


L'ok è arrivato della commissione finanze ed attività produttive che ha così deciso di sospendere fino al 30 settembre 2009 la riscossione dei canoni demaniali, fino a quando si arriverà ad una revisione della normativa che sia «più equa ed uniforme».
Il vicepresidente nazionale del Sib/Confcommercio Riccardo Padovano, da ieri a Roma per seguire da vicino questo importante passaggio per i balneatori, è pienamente soddisfatto.
«Era quello che voleva la nostra categoria per dare una risposta ai tanti concessionari vessati da canoni insopportabili. Siamo soddisfatti pienamente per il provvedimento del Governo he consentirà di lavorare per definire canoni uniformi e sopportabili per tutti i concessionari senza che vengano meno gli introiti che devono provenire dal settore balneare e già previsti nel bilancio statale».
Nel mentre, verrà corrisposto un canone provvisorio sopportabile in attesa della revisione definitiva degli importi da corrispondere.
Il testo licenziato, infatti, prevede di riformare la normativa sui canoni con l'intento espresso di evitare disparità di trattamento fra stabilimenti balneari acquisiti dallo Stato e non, di meglio classificare le aree demaniali, e di commisurare i canoni all'effettivo utilizzo del bene demaniale.
Il testo di legge prevede, inoltre, l'allungamento della durata delle concessioni, una richiesta da sempre portata avanti dalla categoria al fine di poter pianificare al meglio gli investimenti aziendali.
25/03/2009 12.04