Giochi 2009, Di Cosmo «Comune inadempiente, non consegniamo gli alloggi»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

4206

Giochi 2009, Di Cosmo «Comune inadempiente, non consegniamo gli alloggi»
CHIETI. Pare proprio che la pazienza della società Villaggio Mediterraneo Spa adesso si sia proprio esaurita. Di Cosmo: «avvieremo iniziative giudiziarie a difesa dei nostri interessi e non consegneremo gli alloggi per gli atleti». * TUTTO PRONTO PER LA MANIFESTAZIONE A 100 GIORNI DAI GIOCHI
La società questa mattina ha convocato una conferenza stampa per «fare chiarezza, una volta per tutte», su tutte le questioni legate alla costruzione del complesso e alle responsabilità dei soggetti a diverso titolo coinvolti, anche in relazione alle polemiche e alle continue esternazioni che «hanno visto minare la credibilità dell'iniziativa e dei suoi promotori».
Nel corso dell'incontro, al quale hanno partecipato i soci della Villaggio Mediterraneo Spa, con il presidente Gianni Di Cosmo e con il legale avvocato Giancarlo Tittaferrante, sono state illustrate le iniziative, anche giudiziarie, da attuare a tutela degli interessi della società.
E' sembrata quasi una cosa inevitabile «a causa delle polemiche e dei continui attacchi strumentali», ha detto Di Cosmo, «che hanno avuto come duplice obiettivo di alimentare la visibilità di esponenti politici locali e di causare danni di immagine alla società Villaggio Mediterraneo»

«POLEMICHE INSUSSISTENTI»

«Queste continue esternazioni nonostante si siano rivelate dal punto di vista tecnico e giudiziario del tutto insussistenti – ha spiegato l'ingegner Gianni Di Cosmo, presidente della Villaggio Mediterraneo Spa – sono servite finora soltanto a gettare inutili ombre sulla qualità morale e professionale dei promotori dell'iniziativa edilizia, a nascondere responsabilità per inefficienze e inadempienze di coloro che invece avevano assunto compiti e impegni ben precisi, e a strumentalizzare a fini di scontro politico una delle più importanti operazioni imprenditoriali degli ultimi anni realizzate esclusivamente con investimenti privati. Tutto questo sta creando inevitabilmente problemi di ogni genere, nei confronti dei nostri acquirenti, delle banche e di tutti coloro che hanno creduto in questa operazione e ci costringe a prendere importanti decisioni a difesa dei nostri interessi». 
Per questo, la società Villaggio Mediterraneo ha dato incarico all'avvocato Giancarlo Tittaferrante di valutare la trasmissione di un esposto-denuncia alla Magistratura penale per accertare «se tutte le iniziative lesive dell'iniziativa possano ritenersi sottese alla cura di interessi altri e quindi inquadrabili in una strategia di lesione degli interessi della società».
Saranno citati in giudizio, ai fini del risarcimento dei danni anche precontrattuali, «tutti coloro che si sono resi inadempienti e hanno rilasciato dichiarazioni del tutto prive di fondamento e attuato comportamenti idonei a procurare danni patrimoniali alla società».
Inoltre la società Villaggio Mediterraneo ha deciso di proseguire l'opera di completamento degli alloggi «con la stessa celerità finora dimostrata», ha assicurato Di Cosmo, «in modo da sgombrare il campo da facili strumentalizzazioni che sicuramente seguiranno, rispettando così gli impegni assunti nei confronti degli acquirenti degli immobili»

NESSUN ALLOGGIO PER I GIOCHI DEL MEDITERRANEO

E ci saranno conseguenze anche per i Giochi del Mediterraneo. Questa mattina, infatti, Di Cosmo ha annunciato che la società «con rammarico» non metterà a disposizione gli alloggi per i Giochi.
«Constatati tutti gli inadempimenti agli accordi sottoscritti», ha detto Di Cosmo, «e le dichiarate intenzioni di non adempiere, da parte di alcuni degli altri soggetti interessati, di ritenersi parimenti libera dagli impegni assunti e pertanto di non mettere a disposizione gli alloggi in occasione dell'evento sportivo dei Giochi del Mediterraneo Pescara 2009»
Le volumetrie destinate a residenziale sono state considerate insufficienti a garantire la completa ospitalità degli atleti e delle relative strutture di servizio in occasione dell'evento sportivo. 
«Ora», ha aggiunto Di Cosmo, «alla luce delle numerose inadempienze sia del Comune di Chieti, tra le quali la mancata realizzazione delle opere di sua competenza – infrastrutturali e viarie, di adeguamento e di connessione degli impianti a rete (acqua, fognature, linee telefoniche, etc…), sia degli altri Enti interessati, la società costruttrice ha deciso di ritenersi parimenti libera dagli impegni assunti.

16/03/2009 16.50

[pagebreak]

TUTTO PRONTO PER LA MANIFESTAZIONE A 100 GIORNI DAI GIOCHI

PESCARA. Un grande led luminoso si accenderà alle 18.30 di mercoledì prossimo a Corso Umberto I, a Pescara, di fronte a Piazza Salotto. Servirà a scandire i giorni che separano l'Abruzzo e tutti i Paesi del Mediterraneo dall'inizio ufficiale della sedicesima edizione dei Giochi del Mediterraneo.
La macchina organizzativa non si ferma e nonostante i problemi si procede.
L'avvio del countdown sarà uno dei momenti più emozionanti e scenografici degli eventi organizzati dal Comitato Pescara 2009, in collaborazione con gli enti locali e con l'Università “D'Annunzio” per la giornata del 18 marzo.
E questa mattina, proprio al Rettorato, a Chieti, si è tenuta la conferenza stampa per la presentazione delle iniziative a 100 giorni dai Giochi del Mediterraneo. Erano presenti il direttore Generale del Comitato Pescara 2009, Mario Di Marco; il direttore dell'Università “G.D'Annunzio” Marco Napoleone e i due conduttori delle manifestazioni in programma per il 18 marzo: Piero Di Carlo e Sophie Lheraux.
La conferenza stampa è stata anche l'occasione per illustrare le altre “tappe” di avvicinamento ai Giochi e Mario Di Marco, a questo proposito , ha tenuto a precisare:«Gli eventi che scandiscono il calendario dei Giochi sono delle manifestazioni che hanno anche una valenza culturale ma non dimentichiamoci che rientrano nel programma del Protocollo Olimpico e che, quindi, stiamo seguendo le ferree regole del Comitato Internazionale».
Fra le iniziative annunciate, quella più significativa è quella che si svolgerà a 50 giorni dai Giochi: il sorteggio per le competizioni a squadre con una cerimonia ufficiale che si terrà all'Ex Aurum di Pescara.
La prestigiosa struttura pescarese nel frattempo, diventerà la sede ufficiale del Comitato Pescara 2009.
E a proposito del ruolo che avranno Pescara e Chieti, Di Marco ha sottolineato: «Ringrazio l'Università che sarà a tutti gli effetti la sede tecnica dei Giochi. Tutte le riunioni importanti si faranno presso l'Ateneo; le commissioni tecniche e la commissione antidoping si riuniranno in questa sede. Diciamo che Pescara sara' il cuore della parte sportiva, mentre a Chieti si svilupperanno le principali iniziative di carattere culturale».
Proprio a Chieti, il 23 giugno, al Teatro Marrucino, si svolgerà l'assemblea del Comitato Olimpico Internazionale che porterà all'elezione del nuovo presidente.
La soddisfazione è stata spiegata dal Direttore snocciolando i numeri: nell'edizione di Almeria vi erano 4300 partecipanti a Pescara si supereranno di gran lunga le 5000 presenze. L'Albania a differenza della passata edizione salirà da 20 a 100 atleti. La Francia da 400 a 700 e nel complesso la sua delegazione sarà composta da 1000 persone; la Libia arriverà a Pescara con ben 150 atleti, rispetto ai 35 di Almeria, e per la prima volta vi sarà una loro rappresentativa femminile.

IL PROGRAMMA DEL 18 MARZO PER LA GIORNATA “A 100 GIORNI DAI GIOCHI”
Le manifestazioni saranno aperte con i concerti bandistici alle 17.30. Le tradizionali bande abruzzesi sfileranno in via Nicola Fabrizi, Via Regina Elena, Corso Umberto I e confluiranno davanti alla nave di Cascella, su Corso Umberto I, di fronte a Piazza Salotto.
Qui, con la partecipazione dei rappresentanti istituzionali degli enti locali: il presidente della Regione Abruzzo, Gianni Chiodi; il vice sindaco della città di Pescara, Camillo D'Angelo; il sindaco della città di Chieti, Francesco Ricci, si procederà all'accensione del countdown.
A fare gli onori di casa per Pescara 2009, il commissario del Governo, l'onorevole Mario Pescante. Sul palco i due conduttori: Piero Di Carlo e Sophie Lheureux. In serata, con la partecipazione straordinaria del tenore Piero Mazzocchetti, e del direttore d'orchestra Patrick Murray, si svolgerà il Concerto del Coro e dell'Orchestra dell'Ateneo “G. d'Annunzio”, in programma nell'aula magna dell'Ateneo, al campus di Chieti, a partire dalle ore 20.30. All'esibizione sono state invitate le massime autorità istituzionali regionali e nazionali.
La serata, anche questa condotta da Sophie Lheureux e da Piero Di Carlo, prevede anche l'esibizione del mezzosoprano Gabriella Bosco e della soprano Antonella Trovarelli.
16/03/2009 16.35