Uil Pensionati, giovedì il congresso regionale

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

827

Meno tasse, pensioni adeguate al costo della vita, servizi sanitari migliori, un fondo per i non autosufficienti. Sono questi gli obiettivi della Uil Pensionati Abruzzo che giovedì 9 febbraio riunirà i suoi iscritti al Serena Majestic di Montesilvano per il quinto congresso regionale (inizio lavori ore 9).

«Un congresso – spiega il segretario regionale, Giovanni Orsini – per dire “sì” alla tutela di dei diritti dei pensionati, sia a livello locale che nazionale. Ma sarà anche un congresso per ricordare la tragedia di Marcinelle e le gesta della Brigata Majella. Perché – osserva Orsini – non si può dimenticare, ed è necessario che le nuove generazioni comprendano il valore dei sacrifici compiuti in un passato che non è poi così lontano».
Con questo spirito i lavori congressuali lasceranno spazio, in apertura, al coro delle “Voci d'argento” della UilP Abruzzo, e alla proiezione di due video: uno sulla tragedia di Marcinelle e l'altro sulla Brigata Majella, con la testimonianza, in sala, di Domenico Troilo.

Dal punto di vista sindacale si entrerà nel vivo dei lavori con la relazione introduttiva di Giovanni Orsini e con l'intervento di Roberto Campo, segretario regionale della Uil. Le conclusioni, invece, saranno affidate al segretario nazionale della Uil Pensionati, Silvano Miniati.

Parlando dei temi che saranno affrontati durante il congresso Orsini sottolinea in modo particolare il ruolo strategico, in Abruzzo, della sanità e ricorda le richieste del sindacato.
«Per dare attuazione al Piano sociale – dice il segretario della UilP Abruzzo – si dovrà procedere alla riorganizzazione della sanità, all'integrazione socio-sanitaria e alla definizione del ruolo dei sindaci nella programmazione della sanità sul territorio».
La UilP ritiene indispensabile, poi, «rilanciare la sanità pubblica e ridefinire il ruolo dei privati» e chiede alla Regione «una politica di vera concertazione».
Di fronte alla voragine che si registra nei conti della sanità il sindacato dei pensionati sollecita poi «l'approvazione del terzo piano sanitario regionale» e dice “no” a nuove tasse per gli abruzzesi.
08/02/2006 10.09