Bertolaso:«totale disinteresse per territorio.In Abruzzo situazione non critica»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1256

ROCCARASO. «Fortunatamente l'Abruzzo non è tra le maglie nere nel dissesto idrogeologico, come ad esempio la Calabria, la Basilicata e altre regioni di questo genere. Però ci sono situazioni molto critiche che conosciamo».
Lo ha detto il capo della Protezione Civile, Guido Bertolaso, a Roccaraso, dove sta partecipando ai campionati italiani di protezione civile, commentando la situazione abruzzese rispetto alla sicurezza ambientale.
«In Abruzzo - ha continuato - ci sono frane storiche e poi purtroppo gli incendi boschivi non fanno altro che favorire possibili processi di distacco di versante e problemi idrogeologici e quindi bisogna sempre fare molta attenzione anche in questa terra che ha bellezze straordinarie. Si deve portare avanti un serio programma di manutenzione - ha concluso - e di controllo di monitoraggio e previsione».
Per il capo della Protezione Civile Guido Bertolaso «sono più di venti anni che c'é totale disinteresse in una politica di tutela del territorio».
Poi è stata la volta dei problemi in Calabria.
Bertolaso ha aggiunto:«Mentre tutti si riempiono la bocca con i cambiamenti climatici e quindi le diverse situazioni, ghiacciai che si sciolgono, il caldo, la siccità, nulla si è fatto per tutelare il nostro territorio investendo soldi e azioni, i boschi sono abbandonati, le fiumare vengono ricoperte di cemento, i versanti delle montagne non vengono più controllati come un tempo, e poi quando invece madre natura ci ricorda che è lei quella che comanda, ci ritroviamo a dover gestire mesi e mesi di pioggia, di nevicate di grandinate e mareggiate con le conseguenze che oggi sono davanti agli occhi di tutti».
Bertolaso ha sottolineato che da sette anni e mezzo sostiene «che la grande opera principale per questo nostro Paese è la tutela di questo nostro ambiente, del nostro patrimonio, naturale ed artistico».
«Cosa di più bello c'é in Italia, il nostro paesaggio, le nostre meravigliose coste, i paesaggi montani. Siamo troppo abituati a vedere queste bellezze - ha concluso - e non ci accorgiamo che le stiamo mettendo a rischio».

31/01/2009 8.25