Proclamati gli eletti in consiglio regionale. Nessuna sorpresa

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

3831

ABRUZZO. E' terminata ieri sera l'operazione di proclamazione degli eletti da parte delle quattro commissioni elettorali presso i Tribunali.  * TUTTI I NUMERI DELLE ELEZIONI REGIONALI 2008




ABRUZZO. E' terminata ieri sera l'operazione di proclamazione degli eletti da parte delle quattro commissioni elettorali presso i Tribunali.

  * TUTTI I NUMERI DELLE ELEZIONI REGIONALI 2008




L'ufficialità della proclamazione è stata raggiunta dopo che anche la commissione elettorale presso il Tribunale di Chieti ha comunicato alla Regione Abruzzo di avere terminato il lavoro di verifica dei voti.
Da fonti regionali emerge che la verifica del voto non ha prodotto novità né in relazione ai nomi, né in relazione al numero dei consiglieri regionali.
Può partire quindi il conto alla rovescia per la convocazione del primo consiglio regionale della 9/a legislatura che sarà chiamato, tra le altre cose, alla convalida degli eletti nella tornata elettorale anticipata degli scorsi 14 e 15 dicembre.
La convocazione del primo consiglio regionale dovrà avvenire, come termine ordinativo e non perentorio, non prima di 10 giorni e non dopo 20 giorni dalla proclamazione degli eletti, quindi dal 19 al 28 gennaio.
Questo è l'assetto del nuovo consiglio regionale, dal momento che, come detto, non ci sarebbero sorprese dell'ultima ora. Nel caso in cui uno di questi dovesse entrare in giunta arriverebbe in consiglio il primo dei non eletti.

Sono 27 i consiglieri delle liste collegate a Gianni Chiodi. Entrano gli 8 del listino più altri 19 legati alle liste: Federica Chiavaroli, Ricardo Chiavaroli, Gianni Chiodi, Antonio Del Corvo, Felice Giuliante, Alessandra Petri, Berardo Rabuffo, Giuseppe Tagliente.

E poi ancora Nicola Argirò, Walter Di Bastiano Gigi De Fanis, Mauro Febbo, Emilio Nasuti, Antonio Prospero, Giorgio De Matteis, Angelo Di Paolo, Carlo Masci, Luca Ricciuti, Lorenzo Sospiri, Daniela Stati, Alfredo Castiglione, Nazario Pagano, Nicoletta Verì, Emiliano Di Matteo, Paolo Gatti, Giandonato Morra, Lanfranco Venturoni.
Sono 16, invece, i seggi che spettano alla nuova minoranza di centrosinistra. Entreranno in consiglio: Carlo Costantini (che dovrà decidere se dimettersi da Parlamentare), Walter Caporale (La Sinistra), Franco Caramanico e Camillo D'Alessandro (Pd), Paolo Palomba e Lucrezio Paolini (Idv), Giovanni D'Amico (Pd), Giuseppe Di Pangrazio (Pd), Gino Milano (Idv), Maurizio Acerbo (Rifondazione), Toto Saia (Comunisti), Marinella Sclocco (Pd), Camillo Sulpizio (Pd), Giuseppe Di Luca (Pd), Augusto Di Stanislao (Idv) e Claudio Ruffini (Idv).
All'Udc- Udeur 2 seggi: Luciano Terra e Antonio Menna.



GLI ESCLUSI




Tanti i volti noti della passata legislatura che rimangono fuori da questo nuovo consiglio. Non ce l'hanno fatta, ad esempio, l'ex vice vicario Enrico Paolini che dopo l'arresto di Del Turco ha dovuto traghettare la giunta alla fine della legislatura. Così anche per Marino Roselli (Pd), ex presidente del consiglio. Non ce l'hanno fatta gli ex assessori Betty Mura e Mimmo Srour o i protagonisti della politica locale di ieri e di oggi come Gianni Melilla, Nicola Cucullo (ex sindaco di Chieti), Pasquale Di Nardo, Roberto Angelucci (ex sindaco di Francavilla), Luigi Febo (assessore di Chieti), e la giornalista Maria Rosaria La Morgia, consigliera di maggioranza con Del Turco. Come lei anche il collega del Tg3 Ennio Bellucci (candidato Idv) è rimasto fuori.

09/01/2009 9.38



* TUTTI I CONSIGLIERI ELETTI