Promulgata oggi la legge che riduce Cda di Aret e Ater

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

959

Il presidente della Giunta regionale, Ottaviano Del Turco, ha promulgato oggi la legge n. 1 del 31 dicembre 2006, che modifica sostanzialmente l'assetto degli enti di edilizia residenziale pubblica. Le novità riguardano la riduzione dei consigli di amministrazione dell'Agenzia regionale (Aret) e delle cinque agenzie territoriali (Ater), con un taglio complessivo di 12 componenti (due al cda Aret e due per ciascun cda Ater). La norma, inoltre, sopprime la figura del vice presidente in tutti e sei gli organismi. Il riordino degli enti comporta un risparmio per il bilancio regionale, giacché ad ogni componente il cda era destinato un compenso pari al 15 per cento dell'indennità di carica dei consiglieri regionali e al vice presidente il 30 per cento della stessa indennità. La norma segue coerentemente la precedente legge cornice che ha fissato i criteri per la riduzione dei compensi agli amministratori negli enti pubblici regionali.
«Al di là del risparmio di circa 400 mila euro all'anno», ha detto l'assesore Srour , «che resta un fatto tutt'altro che trascurabile e che ci consentirà, tra l'altro, di ristrutturare e di fare manutenzione su un certo numero di appartamenti» ha commentato l'assesore «quello che mi preme sottolineare è il segnale forte che questo Governo regionale ha voluto dare sul modo di gestire la cosa pubblica. In ogni caso» ha concluso Srour «è nostra intenzione cambiare radicalemnte la legge 44 ed una proposta di legge, in tal senso, è già al vaglio dei sindacati e delle parti sociali. Poi ci sarà anche da affrontare anche il problema dei canoni di locazione, cosa che non è stata mai fatta seriamente, e ritengo che, a tale scopo, sia necessario mettere mano anche alla legge 96 del 1996».
31/01/2006 13.48