Il Consiglio di Stato non riammette la lista esclusa di Alleanza federalista

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2099

ABRUZZO. Non e' stata riammessa alle elezioni regionali del 14 e 15 dicembre prossimi in Abruzzo la lista Alleanza Federalista. FORSE IN SETTIMANA L'UDIENZA PER IL MERITO
La lista già esclusa dal Tar candidava come presidente l'ingegner Leopoldo Rossini.
La decisione e' stata presa dal Consiglio di Stato, in via cautelare, al quale la lista aveva fatto ricorso il primo dicembre scorso.
Il movimento era stato escluso in quanto la documentazione presentata era stata depositata con
ritardo rispetto all'orario stabilito.
Il Tar dell'Aquila aveva ritenuto non sufficienti le giustificazioni addotte dalla presentatrice della lista che aveva motivato il ritardo a causa di un malore documentato da un certificato medico. Il Consiglio di Stato dovra' ora esprimersi nel merito ma i tempi non saranno brevi.
L'unica certezza è che la definizione del merito avverrà ad elezioni ormai svolte. Difficile ipotizzare anche clamorosi colpi di scena con una riammissione in extremis.
Per il momento, dunque, non si può ancora parlare di “pericolo ricorsi” cessato del tutto.
Inoltre non si può escludere nemmenop che vi siano altri ricorsi dopo le elezioni. In questo caso qualora i rilievi dovessero venire ritenuti validi si inficerebbe la tornata elettorale e si ritornerebbe al voto.

09/12/2008 13.38

DOMANI SARA' FISSATA L'UDIENZA PER LA DISCUSSIONE NEL MERITO


Il Consiglio di Stato potrebbe pronunciarsi entro questa settimana sul ricorso presentato da Alleanza Federalista-Lega Nord contro la propria esclusione dalla competizione elettorale regionale, esclusione avvenuta per soli 6 minuti di ritardo registrati nella presentazione dei documenti per l'ammissione alle elezioni.
Domani, infatti, sarà fissata la data dell'udienza per la discussione nel merito.
È quanto hanno reso noto l'onorevole Giacomo Chiappori, leader del movimento Alleanza Federalista-Lega Nord, e l'ingegner Leopoldo Rossini, candidato presidente dello stesso partito, non appena appresa la notizia dallo stesso Consiglio di Stato.
«Questa mattina – hanno spiegato l'onorevole Chiappori e l'ingegner Rossini – il Consiglio di Stato avrebbe dovuto pronunciarsi tramite decreto per riammettere in via cautelativa la lista di Alleanza Federalista-Lega Nord. I giudici, invece, hanno deciso di pronunciarsi direttamente nel merito: il verdetto, a questo punto, potrebbe arrivare prima del consolidamento dei risultati elettorali, ossia prima della fine della prossima settimana. Ma non è ancora escluso, comunque, che la data dell'udienza possa essere fissata prima delle stesse elezioni, quindi entro venerdì 12 dicembre».
Alleanza Federalista-Lega Nord è stata esclusa dalla competizione elettorale «per un ritardo di soli sei minuti registrato, nel giorno della presentazione delle liste, da parte del secondo rappresentante del partito, anche se il primo dei delegati era già dalle 11.30 presso gli uffici del Tribunale de L'Aquila. Un ritardo dovuto, tra l'altro – hanno continuato l'onorevole Chiappori e l'ingegner Rossini -, a un malore fisico del nostro rappresentante comunicato tempestivamente agli uffici competenti e provato dai certificati medici presentati. Si tratta evidentemente, come abbiamo sempre sostenuto, di una delle tante, troppe irregolarità che abbiamo potuto constatare in Abruzzo per le elezioni. Entro pochi giorni finalmente sapremo se Alleanza Federalista-Lega Nord potrà partecipare alla competizione elettorale dando filo da torcere ai propri avversari. Di certo Alleanza Federalista-Lega Nord vuole partecipare alle prossime elezioni regionali per dare all'Abruzzo l'occasione di voltare pagina dopo gli scandali che hanno offeso la dignità di migliaia di cittadini che meritano finalmente un governo equilibrato».

09/12/2008 16.36