Caro gasolio: al via il pagamento dei contributi a sostegno della pesca

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1362

ABRUZZO. Verranno disposti nei prossimi giorni i provvedimenti per il pagamento dei contributi erogati dalla Regione Abruzzo a sostegno della pesca.

Si tratta di una delle misure adottate dalla Regione a seguito della crisi del comparto, dovuta al continuo aumento dei costi del carburante e sfociata, nel periodo maggio-giugno 2008, in numerose azioni di protesta.
Lo stato di crisi sofferto dalla marineria abruzzese ha indotto la Regione ad attivare, tra gli altri, un intervento straordinario: la misura in questione, denominata “aiuto de minimis per crisi del comparto pesca 2008”, prevede la corresponsione di un importo di contributo a fondo perduto pari complessivamente a 1,2 milioni di euro, finanziato interamente con risorse regionali.
Beneficiarie di questo contributo sono le imprese che maggiormente hanno sofferto la crisi, vale a dire le imprese che praticano la pesca oltre le 6 miglia dalla costa con imbarcazioni di dimensioni superiori ai 12 metri e che svolgono tale attività con i sistemi a strascico, volante, circuizione e circuizione per i tonni.
Le istanze di contributo, per un totale complessivo superiore alle 100 unità, sono state presentate in esito all'avviso pubblico emanato dal competente servizio regionale, nel periodo compreso tra il 10 Luglio e il 30 Settembre.
Beneficiarie finali dell'intervento saranno le imprese aventi sede nel territorio della regione Abruzzo, in possesso dei requisiti previsti dal bando.
I criteri di determinazione del contributo tengono conto sia della componente relativa alla stazza della nave, che del numero totale di giornate di imbarco di tutto il personale di bordo nel mese di Giugno.
15/10/2008 11.29