Neve sull'Abruzzo: traffico difficoltoso. Pericolo ghiaccio nella notte

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1069

Neve sull'Abruzzo: traffico difficoltoso. Pericolo ghiaccio nella notte
AGGIORNAMENTO (19.18) ABRUZZO. Maltempo e neve su tutta la regione. particolarmente flagellato in queste ore il chietino dove la neve è scesa anche a bassa quota. Disagi sulle principali arterie viarie. Sulla A14 il traffico in molti tratti è bloccato e la polizia stradale sta portando soccorsi. Ecco la mappa dei disagi e gli aggiornamento in tempo reale.
TEMPO REALE AUTOSTRADE


A14 PESCARA
 
A14 VASTO 
A24 – A 25




ORE 9.30 A14

Traffico bloccato, dalle 7,30 di stamani, sul tratto chietino della A14 a causa della neve e del ghiaccio. Dalle 7,30, dopo le prime difficolta' patite dagli automobilisti che non riuscivano a governare i veicoli, leggeri e pesanti, alcuni dei quali finiti di traverso sulla carreggiata, la polizia stradale del distaccamento Vasto Sud e la Societa' Autostrade hanno imposto la chiusura al traffico. Verso sud la circolazione viene dirottata sulla Statale 16 al casello di Lanciano (Chieti), mentre verso nord il flusso veicolare viene convogliato fuori dalla A14 al casello di Termoli (Campobasso). Gli agenti della stradale stanno cercando di limitare i disagi, soprattutto delle famiglie ferme in auto nel tratto compreso tra i caselli di Vasto (Chieti). Neve e ghiaccio vengono segnalati anche nel tratto di Ortona (Chieti). Nevica su tutto il Chietino gia' a partire da quote collinari e nevischio cade anche sulla costa. (AGI)
23/1/2006 10.15

ORE 11. LA SITUAZIONE A VASTO E DINTORNI

E' stata riaperta da pochi minuti la carreggiata nord direzione Termoli sul tratto chietino dell'A14 chiusa stamattina alle 7,30 a causa della neve e del ghiaccio. Fino alle 10 il traffico veniva convogliato fuori dalla A14 al casello di Termoli (Campobasso), ma adesso la situazione sembra essere rientrata nella norma.
La chiusura al traffico era stata imposta dalla polizia stradale del distaccamento Vasto Sud e dalla Società Autostrade a causa dell'impraticabilità delle carreggiate, evidente già alle prime ore di questa mattina.
Notevoli i disagi per i viaggiatori che si sono trovati davanti una situazione difficile da gestire: alcuni non riuscivano a governare i veicoli, leggeri e pesanti, e alcuni mezzi sono finiti di traverso sulla carreggiata e hanno rallentato ulteriormente il traffico.
Continuano invece i disagi verso sud, dove si procede a rilento e la circolazione viene dirottata sulla Statale 16 al casello di Lanciano (Chieti). La stradale sta cercando di smaltire la coda per consentire la riapertura anche della seconda carreggiata nel giro di poche ore.
Al momento sul tratto dell'A14 non si registrano precipitazioni a carattere nevoso ma gli oltre dieci centimetri di neve accumulatisi nella notte continuano a creare difficoltà, così come le numerose lastre di ghiaccio.
La chiusura del tratto autostradale si sarebbe reso necessario anche a causa di un « mancato coordinamento tra mezzi spargisale e spazzaneve», ammette la stradale, «ma stiamo cercando di limitare i disagi per i passeggeri, e prevediamo di ristabilire la situazione entro poche ore».
Si raccomanda a chi sta per mettersi in viaggio prudenza, informarsi in maniera dettagliata sulle condizioni metereologiche e stradali e di partire con catene al seguito.
23/01/2006 11.01


ORE 12.14 A24 E A 25


Situazione al momento tranquilla su A24 e A25. Nonostante stia nevicando intensamente non si registrano difficoltà e il traffico procede regolarmente.
Sull'A24 nevica nei tratti tra L'Aquila Ovest e San Gabriele-Colledara.
Vige l' interdizione al traffico dei mezzi pesanti (superiori alle 3.5 tonnellate) tra L'Aquila est e Basciano.
Tra Assergi e San Gabriele-Colledara si registra inoltre traffico a senso unico alternato per lavori.

Sull'A25 invece sta nevicando tra Aielli-Celano e Bussi-Popoli, tra Torre de' Passeri-Casauria e Bivio A25/A14 Bologna-Taranto.
(vedi cartina)
Buone le condizioni del manto stradale non si sono registrati al momento incidenti o difficoltà nella viabilità.
23/01/2006 12.13

LA SITUAZIONE NEL TERAMANO: SCATTATO IL PIANO NEVE

In concomitanza con le prime precipitazioni nevose, questa mattina, intorno alle 5, è scattato il piano neve. Impegnate 24 squadre con altrettanti mezzi sgombraneve e spargisale e 8 ditte private che hanno il compito di occuparsi di specifici comprensori. All'incirca un centinaio le persone al lavoro per ridurre i disagi legati al maltempo e garantite la completa transitabilità delle strade di competenza dell'Ente.

Colpita dalla neve in particolare la fascia montana e pedemontana del Gran Sasso. La neve è caduta in abbondanza ed in alcune zone, come per esempio a Prati di Tivo, ha raggiunto anche i 40 centimetri.

Le strade, al momento, risultano tutte percorribili e la situazione è sotto controllo. Effettuati interventi anche nel capoluogo, in particolare sulla sp 60 di Castrogno, dove erano in difficoltà alcune vetture della polizia penitenziaria dirette alla casa circondariale.

I cittadini che volessero segnalare eventuali interruzioni di strade possono rivolgersi al numero verde (800017069) messo a disposizione dall'Ente per le emergenze ed attivo 24 ore su 24.

«Ci aspetta una settimana particolarmente difficile come peraltro già segnalato dalla Protezione civile - afferma il vice presidente ed assessore ai lavori pubblici Giulio Sottanelli - e quindi siamo impegnati con tutti i mezzi disponibili per ridurre i problemi. Raccomandiamo tuttavia massima prudenza agli automobilisti: le temperature sono molto basse ed è facile che si formi ghiaccio sulle strade».
23/01/2006 13.57

PIANO NEVE A CHIETI

Scattato il piano neve anche a Chieti dove la ditta Ecoesse
Ha predisposto alcuni servizi.
Coloro che si troveranno in difficoltà a causa delle nevicate previste in questi giorni potranno, infatti, usufruire dei seguenti servizi:
• Numero verde 800270775, per chiedere informazioni e aiuto;
• Distribuzione gratuita di sale antigelo presso il parcheggio in via Papa Giovanni;
• Rimozione precoce della neve sulle vie cittadine;
• Spalamento della neve a domicilio nelle abitazioni in cui risiedono persone invalide con difficoltà motorie, malati bisognosi di assistenza in day hospital o anziani non assistiti.

23/01/2006 14.00

ORE 15

Peggiora la situazione sulle strade abruzzesi.
Condizioni critiche in molte zone dell'Abruzzo.
Il maltempo non ha risparmiato il litorale ma le aree piu' colpite sono quelle frentana e dell'alto vastese, in provincia di Chieti, la Valle Peligna, in provincia dell'Aquila, il teramano, Penne e Popoli, in provincia di Pescara. Tutte le scuole di Lanciano sono state chiuse, cosi' come a Schiavi d'Abruzzo, Fraine e Montazzoli, in alto vastese.
La neve continua a cadere anche a basse quote mentre si registrano oltre 15 cm di neve a Lanciano e già più di 30 all'interno dei paesi della provincia di Chieti e dell'altro Sangro.
Per quanto riguarda la viabilità sulle autostrade si segnalano code di oltre 4 km tra Pescara Ovest e Pescara Nord per lavori.
Sulla A24 L'Aquila-Teramo si segnala neve in prossimità di San Gabriele-Colledara.
Molti disagi soprattutto per le strade provinciali e comunali interne dove il manto di neve rende pericoloso il transito dei veicoli.
23/01/2006 14.54

ORE 18.22

Altra ondata di maltempo nella regione ha portato di nuovo neve e freddo. Registrati -17 gradi a Campo Imperatore, sul Gran Sasso.Segnalata inoltre bufera. Sta nevicando sulla A14 Bologna-Taranto nei tratti Giulianova-Roseto e Ortona-Lanciano e in quest'ultima parte dell'autostrada cosi' come sotto il traforo del Gran Sasso e' stato vietato il transito dei mezzi pesanti. Nevica anche sull'A25 tra Cocullo e Pescara e un po' ovunque nella regione con scuole chiuse in alcuni Comuni.

Una carta delle previsioni a cura della Protezione civile qui http://www.protezionecivile.it/vigilanza/bollettino.php?file=23%2001%202006.jpg

PREVISIONI: NIENTE DI BUONO

Anche per domani sono previste nevicate deboli, localmente moderate, anche a quote pianeggianti su Marche meridionali, Umbria, e settori orientali di Lazio e Campania, Abruzzo, Molise, Basilicata, Puglia e Calabria; deboli nevicate al di sopra dei 400-600 metri sulla Sicilia e Sardegna orientale. La visibilità sarà ridotta a causa delle nevicate.
Le temperature si prevedono in ulteriore lieve e generale diminuzione. Diffusa e persistente formazione di ghiaccio sulle zone pianeggianti di tutte le regioni peninsulari e della Sardegna, in particolare della fascia adriatica.

Nessun miglioramento nemmeno per mercoledì 25 gennaio.

23/01/2006 18.15


TERAMO. Mezzi spargisale all'opera fino a notte inoltrata

Mezzi spargisale sono in azione in tutto il territorio comunale dove peraltro il manto nevoso risulta presente in maniera difforme: in alcune zone è praticamente inesistente mentre in altre il suo spessore raggiunge al massimo i 10 cm. La situazione è comunque sotto controllo, con squadre e mezzi che continueranno ad operare fino a notte inoltrata. In particolare, il Comune provvede a lasciare liberi dalla neve alcuni punti sensibili: ospedale, carceri e adiacenze delle caserme dei Vigili del Fuoco, della Polizia e dei Carabinieri. Inoltre, i mezzi comunali provvedono alla rimozione e allo sgombero della neve dalle sedi stradali e dagli incroci a partire dalla viabilità principale e di maggiore interesse e dagli spazi prospicienti i principali Uffici Pubblici, nonché i luoghi di pubblico interesse. In ogni caso, e soprattutto in questa prima fase di intervento generalizzato, non sarà possibile intervenire nelle vie minori e meno interessate alla circolazione sia veicolare che pedonale.
Le zone nelle quali più forte risulta la presenza di ghiaccio sono quella di Villa Tordinia, Villa Gesso e Colle Caruno: qui un mezzo spargisale opererà in continuazione.
L'amministrazione invita alla cautela i cittadini e raccomanda la prudenza soprattutto per le prime ore del mattino di domani quando la formazione di ghiaccio renderà particolarmente pericolose le strade.

Il Sindaco Chiodi coglie l'occasione per ricordare le precauzioni, i consigli e gli obblighi cui i cittadini sono invitati o chiamati ad attenersi.
PRECAUZIONI
Per limitare i disagi è necessario dotare le automobili di gomme adatte alla neve o catene; approvvigionare e tenere disponibile una scorta di sale da utilizzare per la viabilità privata; tenersi informati sulle previsioni ed evoluzioni del tempo.
CONSIGLI
Si suggerisce di preferire, per quanto possibile, l'utilizzo dei mezzi pubblici; evitare di proseguire con l'auto se non si ha un minimo di pratica di guida sulla neve o ci si sente comunque in difficoltà o non si ha il corretto equipaggiamento; non abbandonare le auto in condizioni che possono costituire impedimento alla normale circolazione, in particolare dei mezzi operativi e di soccorso.
INVITI
Il Sindaco invita i cittadini a:
* Rimuovere la neve dai marciapiedi antistanti i propri stabili; pulire, ove esistente, la cunetta stradale e liberare le caditoie o tombini per agevolare il deflusso delle acque;
* spargere un adeguato quantitativo di sabbia e/o miscele saline sulle aree sgomberate;
* aprire varchi pedonali in corrispondenza di attraversamenti pedonali;
* rimuovere le autovetture parcheggiate a filo strada.
E' comunque OBBLIGATORIO e a carico dei privati proprietari:
* Abbattere eventuali lame di neve e ghiaccio pendenti dai cornicioni e dalle gronde;
* pulire gli spazi privati, anche se ad uso pubblico, a diretto rapporto funzionale con le aree pubbliche.

Il numero telefonico del Comune al quale è possibile – negli orari di ufficio – segnalare disagi è 0861.324511 ma ricordiamo che per le segnalazioni notturne si può far riferimento a Polizia e Carabinieri che hanno a loro volta i contatti con i referenti del Comune
23/01/2006 19.07