Formazione, «settore vivace in Abruzzo»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1384

ABRUZZO. Cresce in Abruzzo il business della formazione. Ammontano a 214 le imprese che si occupano di corsi, perfezionamento, istruzione e corsi di lingua.
In particolare, la fetta maggiore delle aziende riguarda la formazione professionale che conta ben 152 aziende.
Questo, in sintesi, quanto emerge da un'indagine della Camera di Commercio di Milano e Registro delle Imprese i cui dati per l'Abruzzo, riferiti al secondo trimestre di quest'anno, sono stati elaborati dall'agenzia giornalistica Dalla A alla V.
L'analisi tiene conto, inoltre, della disaggregazione provinciale delle aziende evidenziando che è Pescara a detenere il primato per numero di imprese del comparto formativo con 87 unità, seguita da L'Aquila con 56, Chieti con 38 e Teramo con 33.
Al contempo, se a livello regionale, il settore cresce di quasi il 19% in tre anni, è nella provincia aquilana che si registra l'incremento maggiore con un +33%, seguita quella di Pescara con un +19%, Chieti con un +12% e Teramo con un +6,5%.
Più in generale, in Italia le imprese che offrono corsi crescono del 27,5% in tre anni e del 4,5% in un anno.
Passano da quasi 7.500 a oltre 9.000 fino a superare le 9.500.
Protagonista la formazione professionale con oltre 7.000 attività dedicate, ma anche i corsi di lingua, oltre 1.000.
Le più impegnate Milano e Roma con circa 800 imprese. Bene anche Torino con circa 500 attività e Palermo, Napoli e Firenze con circa 300 operatori. Sprint di Roma e Palermo (in tre anni +77% e +71%).
Emerge da un'elaborazione della Camera di commercio di Milano sui dati del registro delle imprese al secondo trimestre 2008.


26/09/2008 11.48