Respinte le istanze. Il gip: «Del Turco & co devono restare ai domiciliari»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

3004

Respinte le istanze. Il gip: «Del Turco & co devono restare ai domiciliari»
ULTIM'ORA. ABRUZZO. Brutte notizie per l’ex presidente della Regione Ottaviano Del Turco che dovrà restare ai domiciliari. L’hanno spuntata solo l’ex assessore Mazzocca e il segretario Bucciarelli e l’ex responsabile Humangest Gianluca Zelli. L’ex assessore alla Sanità commenta: «nessuna intenzione di tornare in politica».
Le istanze di remissione in libertà sono state bocciate. Il gip Maria Michela Di Fine ha dato parere negativo confermando così anche il no detto in precedenza dai pm Trifuoggi, Bellelli e Di Florio.
Del Turco e gli altri arrestati dovranno rimanere ai domiciliari.
Libertà, invece, per l'ex assessore Bernardo Mazzoca e il segretario, Angelo Bucciarelli, e per l'ex responsabile della Humangest, Gianluca Zelli.
I primi due, secondo l'accusa, non avrebbero intascato tangenti, ma solo fatto pressioni su Angelini per l'assunzione di persone a loro vicine.
Zelli, invece, è indagato per reciclaggio per la storia dei 21 milioni di euro spariti in paradisi fiscali.
Per tutti gli altri la situazione resta invariata e il percorso è in salita.
Quindi, oltre a Del Turco domiciliari da scontare ancora per Camillo Cesarone (capogruppo regionale Pd) Lamberto Quarta (ex segretario della presidenza), Vito Domenici (ex assessore alla Sanità con il centrodestra e consigliere regionale), Giancarlo Masciarelli (ex presidente Fira), Luigi Conga (ex manager Asl di Chieti), Antonio Boschetti (ex assessore regionale). Gli avvocati difensori potranno presentare un ricorso ma ciò comporterà comunque una lunga attesa e chi sperava di tornare alla vita normale a stretto giro, sempre in attesa di un futuro processo, è rimasto deluso.
La fine naturale dei domiciliari è prevista per il 14 gennaio 2009.
Non sono state ancora rese note le motivazioni del gip e non si sa quanto possa aver influito sulla decisione del giudice per le indagini preliminari il comportamento scorretto di alcuni indagati che hanno rilasciato dichiarazioni alla stampa nel corso dell'incidente probatorio, nonostante i richiami della Procura.
Di sicuro il gip ha visto ancora concrete le possibilità di inquinamento delle prove o fuga. Anche sulla reiterazione del reato nei giorni scorsi si erano avanzati dubbi in quanto, sebbene dimessosi, l'ex presidente potrebbe essere a tutti gli effetti ancora il governatore in carica.
19/09/2008 12.50

MAZZOCCA: «ORA TORNO ALLA MIA VITA»

Bernardo Mazzocca ha commentato il suo ritorno in libertà con poche parole. Lui, che aveva l'obbligo di dimora nel comune di Caramanico adesso vuole tornare alla sua vita normale.
«Cosa farò ora? Domani torno a lavoro alla Provincia di Pescara (è funzionario dell'amministrazione, ndr) e a portare a scuola i miei figli a Pescara».
Un semplice ritorno alla quotidianità, quindi e per il futuro, assicura, «non ho la minima idea di rimettermi a fare politica».
19/09/2008 15.44


LA SCHEDA [url=http://www.primadanoi.it/upload/virtualmedia/modules/bdnews/article.php?storyid=16290&page=3]TUTTI GLI INDAGATI DELLA MAXI INCHIESTA[/url]