Vino: «quest'anno vendemmia piu' generosa (+7%)»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1104

Vino: «quest'anno vendemmia piu' generosa (+7%)»
ABRUZZO. La vendemmia 2008 sara' piu' generosa della precedente, senza pero' recuperare pienamente le perdite dello scorso anno.
E' quanto emerge dalla seconda ricognizione, effettuata congiuntamente da Ismea e Unione Italiana Vini. Le stime attestano la produzione a 46 milioni di ettolitri, con un incremento del 7% rispetto ai 43 milioni dichiarati dall'Istat per il 2007.
L'analisi effettuata proprio in questi giorni disegna uno scenario meno ottimistico di quello di inizio estate e ridimensiona, anche se di poco, le aspettative degli operatori.
In generale, pero', oltre al discreto incremento produttivo si attende anche una buona qualita', con punte di ottimo. La cautela e' pero'
d'obbligo, perche' l'esito finale dipendera' molto dall'andamento climatico che si avra' nelle prossime settimane, periodo in cui si concentrera' la raccolta.
L'Italia sarà divisa in due. A differenza dello scorso anno, pero', e'
il Meridione a mostrare recuperi
significativi a fronte di un Nord che sostanzialmente conferma i livelli dell'anno passato.
Attesa una buona qualita' con punte di ottimo.
Il freddo dell'inverno, le prolungate piogge primaverili e la siccita', che ha colpito principalmente il Sud, non hanno permesso al vigneto italiano di svilupparsi al meglio e di portare in cantina tutto il proprio potenziale. Le condizioni meteo, non del tutto positive, hanno inoltre favorito la diffusione di alcune malattie. A tale proposito e' sempre piu' evidente che il risultato quali/quantitativo della vendemmia e'
strettamente legato alla gestione del vigneto.
Positivo per chi ha lavorato bene e penalizzante per chi non e'
intervenuto tempestivamente. Dall'analisi effettuata si delinea, anche per quest'anno, un'Italia divisa in due.


06/09/2008 10.01