Piani integrati delle città capoluogo: 40 mln dall’Europa

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

828

ABRUZZO. Quaranta milioni di euro circa per «cambiare la faccia urbanistica delle quattro città capoluogo». Lo ha annunciato l'assessore ai Lavori pubblici, Mimmo Srour, che ha presentato l'ultima delibera della Giunta regionale.
E' stato dato il via libera alle linee guida sui Piani integrati di sviluppo urbano (Pisu) interamente finanziati con fondi europei.
Ad ognuna delle quattro città capoluogo di provincia sono state assegnate risorse per 9 milioni e mezzo di euro a cui si aggiungono 155 mila euro per le attività di accompagnamento alla redazione del Pisu. Soldi immediatamente disponibili e dunque spendibili con progetti esecutivi.
«A questo punto è fondamentale l'azione di progettazione delle quattro amministrazioni comunali - ha aggiunto l'assessore - che, secondo quanto stabilito dalla Comunità europea, dovrà essere indirizzata al recupero delle infrastrutture urbane, al restauro e ammodernamento dei centri storici, alla riconversione dei siti industriali dimessi e agli interventi urbanistico-edilizi afferenti tematiche culturali».
Un ruolo decisivo sono destinati a recitarlo i privati che dovranno elaborare insieme al pubblico il Pisu e cofinanziarlo.
La Regione Abruzzo avrà un compito essenzialmente di coordinamento che si espliciterà mediante la cabina di regia prevista nella pianificazione concertata, composta da Comune e Regione e presieduta dal sindaco.
La cabina di regia avrà una funzione essenzialmente di controllo ma soprattutto di stimolo alla redazione del Pisu e alle attività dei soggetti pubblici e privati.

11/07/2008 7.51