La Morgia (Pd): «un protocollo d’intesa per favorire il trasporto di disabili»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

953

ABRUZZO. Su 300 autobus in circolazione dotati di attrezzature idonee al trasporto di disabili, soltanto una minima parte è effettivamente utilizzata a tale scopo, a causa dell’inadeguatezza strutturale delle piazzole di sosta, della mancanza di un’adeguata informazione agli utenti disabili e dell’inciviltà di pochi automobilisti.

La consigliera La Morgia, con la risoluzione che sarà discussa nella prossima seduta di Consiglio regionale, impegna l'assessore ai Trasporti a farsi promotore di un protocollo d'intesa tra Regione, Upa, Anci-Abruzzo, aziende regionali di trasporto ed associazioni di categoria.
«Vogliamo una ricognizione puntuale di tutte le piazzole di sosta che consentono il funzionamento di pedane elevatrici», spiega La Morgia, «passando dall'adeguamento strutturale delle restanti piazzole, fino alla diffusione di informative dettagliate su orari, corse e linee fruibili da disabili motori».
Il numero di mezzi finora acquistati con contributo regionale e dotati di attrezzatura idonea al trasporto di persone con difficoltà motoria corrisponde a circa il 22% dell'intero parco autobus abruzzese, «una percentuale destinata a crescere», sostiene la consigliera, «in quanto tutti i nuovi autobus dovranno essere dotati per legge di attrezzature, come per esempio le pedane elevatrici. Ma questo non basta», sottolinea La Morgia, che ha aggiunto: «va, infatti, ricordato che ad oggi l'utilizzo di autobus dotati di pedane elevatrici, sulle rispettive linee e corse, è stabilito in maniera autonoma dalle varie aziende di trasporto, che sono prive di piani d'azione integrati, capaci di rispondere alle esigenze rappresentate dai territori».
08/07/2008 17.58