Giochi Mediterraneo: 56 mln a disposizione. «Ne servono altri 16»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1457

PESCARA. Per realizzare al meglio i Giochi del Mediterraneo del 2009 sarebbero necessari altri 16 milioni di euro, ma si puo' fare tutto anche con i fondi a disposizione, limitando le spese relative agli impianti. Aracu: «abbiamo bisogno di altri soldi, Il governo deve fare la sua parte».
E' stato chiaro, ieri pomeriggio, il direttore di "Pescara 2009", Mario Di Marco, in occasione dell'arrivo in Abruzzo dei dirigenti del Comitato internazionale dei Giochi del Mediterraneo (Cijm) e dei Capi di Missione, chiamati a valutare l'organizzazione dell'evento sportivo e i lavori in corso negli impianti.
Il contributo netto ottenuto fino ad ora - ha ricordato Di Marco - e' pari a 56 milioni di euro, e se con la Finanziaria ne arriveranno altri 20 si potra' «fare tutto al massimo livello», investendo sugli impianti 27 milioni di euro, altrimenti a questa voce saranno destinati 20 milioni di euro.
Anche Sabatino Aracu, presidente del comitato ha ammesso che «i soldi non bastano mai, ma assicuriamo che non ci saranno dei buchi. Abbiamo bisogno di altri fondi, quindi dobbiamo cercare di avere qualcosa in piu'. I governi che si sono succeduti ci hanno aiutato, ma tutti devono fare la propria parte e chi ci crede - ha concluso - deve investire».
Sempre ieri, intanto, a 365 giorni esatti di distanza dall'evento, Jose' Maria Echevarria, presidente della commissione tecnica del Comitato internazionale dei Giochi del Mediterraneo (Cijm), e Ivan Curckovic, membro del comitato esecutivo del Cijm, hanno espresso soddisfazione per lo stato dell'arte dei lavori.
«Siamo consapevoli - ha detto Curkovic - delle difficolta' e degli ostacoli che ci sono stati, ma ora siamo fiduciosi».
«E' vero - ha commentato Echevarria - che e' stato accumulato un certo ritardo, ma i lavori vanno avanti e si sta recuperando. Per i test event sara' tutto pronto e anche per i Giochi, non ho dubbi. Anche per quanto riguarda il Villaggio degli atleti i lavori stanno andando avanti, lo stato dell'arte e' avanzato e non dovrebbero esserci problemi. Non nutro dubbi e preoccupazioni - ha concluso - sulla prosecuzione dei lavori».


28/06/2008 9.44