Anche l’Abruzzo a Milano per la Marcia per il clima

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1449

ABRUZZO. L’appuntamento è per il 7 giugno a Milano per la “Marcia per il clima”, manifestazione nazionale, dove l’Abruzzo verrà rappresentato da numerose associazioni mobilitate per la lotta a favore dell’ambiente. Più di 50 enti tra associazioni, sindacati e movimenti promuovono questa iniziativa.
«L'Abruzzo che vogliamo rifiuta la dipendenza dai combustibili fossili e punta tutto su uno sviluppo sostenibile» dichiara Luzio Nelli, segretario regionale Legambiente Abruzzo
«è importante portare una testimonianza forte degli abruzzesi per chiedere una politica energetica sostenibile e contrastare le politiche vecchie che nella nostra Regione vogliono farci dipendere ancora dal petrolio, senza garantire un minimo di tutela dell'ambiente e della salute pubblica».
Che il clima stia cambiando se ne sono accorti più o meno tutti, ed è un problema che anche il più disattento alle condizioni ambientali prima o poi dovrà fare suo.
Le soluzioni non sembrano essere così difficili da mettere in pratica, Legambiente ha già lanciato la campagna “Stop The Fever” che prevede 6 obiettivi: sostituire almeno due lampadine da 100 W a incandescenza con le equivalenti da 20 W a basso consumo, aumentare del 10% la raccolta differenziata, rinunciare all'automobile almeno una volta alla settimana, effettuare due cicli di lavatrice a settimana a 40 gradi anziché a 90 gradi, spegnere sempre lo stand-by di un apparecchio elettronico, abbassare la temperatura di casa da 21 a 20 gradi centigradi .
«Saremo a Milano per dire no all'Abruzzo del petrolio e della mancanza di politiche per il territorio. Un Abruzzo il cui futuro passi solo ed esclusivamente attraverso uno sviluppo sostenibile ed una gestione delle risorse più saggia e oculata. Le parole d'ordine della nostra Regione devono essere: Risparmio – Efficienza - Energie Rinnovabili e Innovazione Tecnologica» afferma Nelli.
In occasione le associazioni coinvolte hanno organizzato pullman per chi volesse aderire all'iniziativa con partenza da Pescara la notte del 7 giugno.
Secondo Nelli questa sarà «una grande “marcia” di cittadini in rappresentanza di tutte le associazioni aderenti all'iniziativa che credono in un'alternativa energetica alle fonti fossili, credono in una gestione diversa e sostenibile del territorio e dell'agricoltura, propongono soluzioni concrete per la gestione dei rifiuti».

Antonella Graziani 05/06/2008 15.56