Popoli: Cardiologia chiude per ferie? No, si accorpa a Medicina Generale

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2641

ABRUZZO. Succede «da parecchi anni», assicurano dall'Asl pescarese, che nel corso del periodo estivo nel nosocomio popolese si procede non ad una chiusura della Unità di Cardiologia, ma ad un accorpamento con Medicina Generale. E a Giulianova dal 1° giungo arriva l'assistenza pediatrica territoriale.SANITA':CRESCONO IN ABRUZZO LE DONAZIONI DI SANGUE
«Il provvedimento assunto nell'ospedale di Popoli», spiega l'Asl, «si ripete ormai da anni e viene adottato in numerosi altri ospedali italiani».
Routine, quindi, non un caso allarmante.
Lo scopo è quello di razionalizzare l'utilizzo delle risorse umane, consentendo al personale la fruizione delle ferie, che normalmente vengono godute nel periodo che va da giugno a settembre. Alla fine del mese di settembre, le due Unità riprenderanno le loro rispettive autonomie, «mantenendo inalterata la qualità dell'assistenza».
Mentre in stagioni passate Cardiologia era stata privata del suo Primario, trasferito a Pescara, con il recente ritorno del professor Mobilj «la funzione riacquista tutto il suo prestigio», commenta soddisfatta la dirigenza, «che verrà anzi incrementato da una progressiva specializzazione delle funzioni cardiologiche offerte».
A Giulianova, dal 1° giugno 2008 sarà attivato presso l'ospedale il primo Servizio Interdistrettuale di Continuità assistenziale pediatrica territoriale.
Il servizio è frutto di un accordo siglato tra la ASL di Teramo e i Pediatri di libera scelta sulla base delle linee guida regionali emanate nel dicembre 2006.
E' prevista la presenza dei pediatri di famiglia nei giorni prefestivi dalle ore 10.00 alle ore 20.00 e nei giorni festivi dalle ore 8.00 alle ore 20.00, in un ambulatorio ubicato al piano terra del padiglione Est (lato mare) dell'Ospedale di Giulianova.
Si tratta di un servizio ambulatoriale che completa e qualifica l'offerta assistenziale pediatrica di questo territorio e che vuole dare una risposta ulteriore anche alle esigenze della popolazione pediatrica non residente, che aumenta durante il periodo estivo.
Dal 1° giugno cesseranno i ricoveri nei Reparti di Pediatria e di Ostetricia-Ginecologia dell'Ospedale di Giulianova.
Rimangono attivi i Punti Nascita e le Unità Operative di Ostetricia --Ginecologia e di Pediatria degli Ospedali di Atri, S.Omero e Teramo per tutte le necessità assistenziali urgenti e non urgenti.

23/05/2008 10.20

SANITA':CRESCONO IN ABRUZZO LE DONAZIONI DI SANGUE


ABRUZZO. Sono in crescita costante le donazioni di sangue in Abruzzo, come attestano i dati diffusi stamane dal presidente regionale dell'Avis, Pasquale Colamartino.

In riferimento ai soci dell'Avis il numero delle donazioni dal 2004 al 2007 è cresciuto del 21.4%.
La maggiore crescita di donazioni è stata rilevata nella provincia di Chieti (+36.8%).
La provincia dell'Aquila ha avuto una crescita del 14%, la provincia di Pescara ha fatto segnare una crescita del 12% ed infine la provincia di Teramo ha segnato un incremento dello 0.4%.
Tra donazioni e consumi di sangue, secondo i primi dati del 2008, è stato rilevato uno squilibrio di 1200 unità di sangue.
In parallelo alla crescita del numero delle donazioni di sangue crescono anche i consumi.
«Nostro obiettivo è quello di conseguire l'autosufficienza di sangue - ha spiegato l'assessore alla Sanità, Bernardo Mazzocca - a questo scopo il piano trasfusionale prevede la costituzione di un centro regionale sangue, una struttura che garantirà il governo del sistema regionale».
«Anche la convenzione tra Governo e Regioni con le associazioni dei donatori garantirà una promozione migliore della donazione, con una diffusione capillare del sistema trasfusionale», ha concluso Mazzocca.
23/05/2008 15.04