Aumenti Irap e Irpef, Confcommercio alza la voce

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1099

ABRUZZO. Le associazioni di categoria si riuniranno martedì 20 maggio, alle ore 16.00, presso la sede di Abruzzo Confcommercio per concordare le iniziative da mettere in campo per evitare l’inasprimento delle imposte regionali (addizionale Irpef ed Irap).
Dopo le notizie circolate sulla stampa nazionale su un possibile inasprimento delle imposte locali le associazioni promettono battaglia.
«Gli aumenti», sottolinea la Confcommercio, «darebbe il colpo di grazia alle piccole e medie imprese e alle famiglie abruzzesi, già al limite della sopravvivenza».
«È mai possibile», si chiede l'associazione regionale, «che le imprese e i cittadini abruzzesi siamo chiamati a pagare danni causati da altri?»
È dall'insediamento dell'attuale Governo Regionale che Confcommercio ha qualcosa da ridire sui conti del bilancio regionale ed in particolare sul settore “Sanitario”.
«Al punto in cui siamo», ribadiscono i vertici, «non è più sufficiente l'aspirina per abbassare la febbre. Occorre modificare la filosofia fin qui adottata e cioè non è più possibile stabilire spese, spesso discutibili e poco utili e poi tentare di coprirle con provvedimenti che peggiorano l'attuale già precaria situazione».
Confcommercio chiede di prendere atto delle entrate possibili e contenere le spese nei limiti «lasciando uno spazio alle risorse per le “Attività produttive”, condizione necessaria per lo sviluppo e per il consumo delle famiglie, molte delle quali già al di sotto della soglia di povertà»
14/05/2008 12.10

[url=http://www.primadanoi.it/upload/virtualmedia/modules/bdnews/article.php?storyid=15248]IL CORO UNANIME: NO A NUOVE TASSE[/url]
[url=http://www.primadanoi.it/upload/virtualmedia/modules/bdnews/article.php?storyid=15233]BUFERA SUI CONTI DELLA SANITA'. IN ARRIVO NUOVE TASSE?[/url]