Strada dei Parchi condannata per «condotta antisindacale»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1396

ABRUZZO. Con sentenza dello scorso 8 aprile il Tribunale di Roma ha condannato «per attività antisindacale» Strada dei Parchi S.p.A.concessionaria delle autostrade A24 (Roma-Teramo) ed A25 (Torano-Pescara) del Gruppo "Autostrade per l'Italia" S.p.A. & Gruppo "Toto Costruzioni" S.p.A.

La vittoria dei sindacati è stata scritta qualche giorno fa, nero su bianco, dal Tribunale di Roma.
La sentenza è arrivata dopo che nei mesi scorsi l'azienda Strada dei Parchi aveva impedito l'elezione delle rappresentanze di base, non condivise da Filt-Cgil, Fit-Cisl, Uil Trasporti, Ugl Trasporti e Sla-Cisal, firmatarie del contratto nazionale del Lavoro.
La decisione del giudice è nota solo da pochi giorni e adesso i Cobas sono in attesa della rituale notifica all'azienda.
«A memoria», ribadiscono i rappresentanti soddisfatti per la vittoria, «è la prima condanna, con tale motivazione, inflitta ad una concessionaria autostradale».
«Deve ritenersi», si legge nella sentenza, «che l'omessa trasmissione degli elenchi dei lavoratori aventi diritto di voto e la mancata messa a disposizione di locali per lo svolgimento delle operazioni elettorali costituiscano condotte datoriali omissive idonee a ledere la libera esplicazione di un diritto del sindacato».
La sentenza parla chiaramente di «condotta oggettivamente lesiva degli interessi dell'organizzazione» e il giudice ordina all'azienda la consegna «immediata» degli elenchi e la messa a disposizione dei locali e l'affissione del decreto nelle bacheche aziendali.
Strada Parchi dovrà pagare anche le spese di giudizio che ammontano a 2 mila euro.

15/04/2008 9.32