Aca: il Cda passa da 7 a 3 consiglieri

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1192

PESCARA. Si è svolta ieri pomeriggio l'assemblea straordinaria dei soci Aca. All'ordine del giorno c'era l'esame e l'approvazione della delibera relativa alla riduzione del numero dei membri del Consiglio d'Amministrazione dell'Azienda Comprensoriale. QUALE ACQUA BEVI? COSA NE PENSI DELLA GESTIONE DEL SERVIZIO ACQUEDOTTISTICO NELLA TUA ZONA?
La delibera è stata approvata da tutti i sindaci o loro delegati presenti alla seduta.
«Il numero dei membri del Consiglio d'Amministrazione di Aca S.p.A.», ha detto il presidente Bruno Catena, «è stato così diminuito da 7 a 3, così come impone la legge Finanziaria 2007».
Per quanto riguarda, invece, la discussione sul rinnovo delle cariche, secondo punto all'ordine del giorno, «tutti i soci hanno convenuto di aspettare la sentenza del Tribunale amministrativo regionale che si pronuncerà in merito il prossimo 17 marzo».
Presenti all'assemblea i rappresentanti dei seguenti comuni che in tutto rappresentavano 23 voti: Alanno; Bolognano; Cappelle sul Tavo; Caramanico Terme; Casalincontrada; Castiglione a Casauria; Chieti; Civitella Casanova; Collecorvino; Francavilla al Mare; Manoppello; Montebello; Montefino; Moscufo; Ortona; Pianella; Ripa Teatina; San Valentino; Scafa e Torre Vecchia Teatina.

L'ACCORDO CON BUSSI

Sono stati inoltre resi noti dall'Aca tutti i dati tecnici dell'accordo stipulato nei giorni scorsi con il Comune di Bussi con cui si è scritta la parole fine a una difficile situazione che andava avanti fin dal 1994.
Grazie all'accordo, infatti, i pozzi saranno realizzati e avranno una captazione di circa 1.000-1.100 litri di acqua al secondo necessari per ristabilire definitivamente gli equilibri idrici, «in modo che non si verifichino mai più emergenze idriche come quella della scorsa estate».
«Si tratta sicuramente di una tappa fondamentale per la situazione idrica della Val Pescara – ha spiegato Catena -, «ma importante è anche il risparmio delle risorse idriche». Altro problema ricordato dal presidente è quello della captazione: «non è possibile che si spendano milioni di euro, miliardi delle vecchie lire, per creare potabilizzatori che hanno il compito di rendere potabile le acque dei fiumi. Un esempio su tutti, il potabilizzatore San Martino a Chieti che è costato negli anni '80 circa 30 miliardi delle vecchie lire e che non è mai stato utilizzato».

LAVORI A CHIETI SCALO

Sono iniziati questa mattina i lavori per la sostituzione della vecchia condotta idrica che attraversa via D'Annunzio a Chieti Scalo. I tecnici dell'Aca ieri mattina sono andati a fare le opportune verifiche trovando una condotta idrica ormai molto vecchia che causava l'erogazione di acqua sempre potabile ma non perfettamente limpida.
Proprio per questo si è deciso di intervenire subito per la sostituzione dell'intera condotta per una lunghezza di circa 30 metri lineari. I lavori dovrebbero concludersi nel giro di poche ore senza causare disagi ai residenti.
Per quanto riguarda Catena non ha nascosto che ormai da tempo il territorio è sottoposto a delle chiusure notturne a causa della diminuzione della portata idrica delle sorgenti.
Probabilmente per la situazione idrica del comune teatino saranno un grande sollievo i nuovi pozzi di Bussi ai quali si affiancheranno un serbatoio di riserva della capacità di circa 1.500 metri cubi (che potrebbe essere in funzione già tra qualche settimana) e un altro serbatoio che sarà realizzato a breve dall'Aca e che avrà una portata di acqua potabile pari a circa 5.000 metri cubi.

GLI STUDENTI DELLE MEDIE IMPARANO A CONOSCERE L'ACQUA


Domani, venerdì 29 febbraio, dalle ore 11 alle 13, gli alunni della scuola media Tinozzi di Pescara faranno visita agli impianti aziendali di Aca S.p.A. a Pescara Colli. Questo è il terzo di una serie di incontri che fa parte del progetto di educazione ambientale che la Cooperativa Il Bosso, Centro di Educazione Ambientale Regionale, sta portando avanti con alcune scuole in collaborazione con il Comune di Pescara e la Regione. Tra i temi affrontati nel progetto c'è anche la "Risorsa acqua e risparmio idrico" per il quale è stata richiesta la partecipazione dell'Aca che avrà il ruolo di illustrare e spiegare il funzionamento degli impianti di Pescara Colli e di Chieti Scalo. Ricordiamo che il secondo incontro si è svolto il 19 febbraio con gli alunni del III Circolo di Pescara.
28/02/2008 12.41

[url=http://www.primadanoi.it/upload/virtualmedia/modules/news2/article.php?storyid=183]LA NOSTRA INCHIESTA SUL POTABILIZZATORE[/url]