Aiuti di Stato, un network tra Provincia, Comuni e imprese

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

874

ABRUZZO. Provincia, Comuni e organizzazioni d’impresa collaboreranno attivamente per illustrare alle aziende gli effetti determinati dalla nuova Carta degli aiuti di Stato sul territorio provinciale.
Il piano è stato messo a punto questa mattina, nel corso di un incontro convocato dal presidente della Provincia di Pescara, Giuseppe De Dominicis e aperto alla partecipazione di amministrazioni locali e organizzazioni d'impresa.
Al centro della riunione, tenuta nella sala Figlia di Jorio, i meccanismi che permetteranno alle aziende di usufruire fino al 2013 dei benefici previsti dalla mappa tracciata in seguito alla nuova perimetrazione del territorio pescarese, secondo quanto disposto dagli "interventi in deroga all'articolo "87. 3C" del Trattato di Roma dell'Unione europea.
Uno strumento fondamentale, in grado di aprire la strada, per le imprese localizzate nei territori coinvolti, a un'ampia serie di strumenti di sostegno, compresi quelli previsti dalla recente legge Finanziaria per il 2008.
Il nuovo perimetro degli aiuti ingloba ben 31 comuni, incluso il capoluogo: una estensione ottenuta, nonostante le restrizioni della popolazione complessiva imposta dall'Ue, grazie a un lavoro certosino particolarmente complesso effettuato proprio dalla Provincia, alla fine del 2006, sulle cosiddette aree “censuarie”, ovvero quelle all'interno delle quali ricadono aziende secondo il Censimento ufficiale della popolazione.
E saranno proprio quelle le aziende che potranno attingere ai diversi benefici di leggi nazionali e regolamenti comunitari: una vasta gamma che va da sovvenzioni dirette per gli investimenti alle agevolazioni di carattere fiscale.
Illustrando le iniziative assunte dall'amministrazione provinciale, il Capo di gabinetto del presidente, Carmine D'Andreamatteo, ha sollecitato i Comuni presenti a mettere a punto in breve tempo vere e proprie cartine di dettaglio, con le zone inglobate nelle aree ammesse agli aiuti: la Provincia, in sostanza, svolgerà una funzione di collettore delle informazioni provenienti dai diversi centri, girandole poi alle diverse organizzazioni d'impresa coinvolte. Un network che smisterà alle aziende il complesso pacchetto di informazioni, utilizzando anche la rete internet: il sistema di portali istituzionali e delle diverse organizzazioni d'impresa sarà infatti messo a servizio di questa campagna informativa.

31/01/2008 14.33