Abruzzo: massimo aumento in Italia per compravendite di abitazioni

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

517

Abruzzo: massimo aumento in Italia per compravendite di abitazioni
Gli abruzzesi si dimostrano sensibili all'acquisto di una nuova casa e decidono di investire sempre di più nel mattone. Evidentemente non poco ha influito il grosso clima di incertezze e gli scandali a sfondo bancario che sempre più minano la tranquillità dei risparmiatori. Allora cosa c'è di più sicuro che comprare casa?
Se la media nazionale fa registrare un +0,4% per le compravendite di immobili uso abitazione, l'Abruzzo segna l'aumento più consistente (+8,4%) dell'intero Paese passando dalla compravendita di 17.755 unità immobiliari del 2002 alle 19.251 del 2003. Sono questi i dati Istat diffusi oggi che dipingono l'andamento del mercato immobiliare nella nostra regione.
Un -26,5% si registra invece in Abruzzo per il numero di compravendite di immobili destinati all'uso ufficio (passano da 272 a 202) che in media nazionale si attesta sul -42,7%.
Un -7,6% in Abruzzo anche per i fabbricati rurali, -0,8% per immobili ad uso artigianale, commerciale e industriale.
Un fattore positivo con +13% per la compravendita di immobili ad uso speciale e un +14,3% anche per le multiproprietà.
Le compravendite dei fabbricati nel complesso aumentano in tutto il Mezzogiorno (+1,1%), mentre diminuiscono nel Nord (-2,1%) e nel Centro (-3,9%). Tale diminuzione si ha per tutte le tipologie di utilizzo delle unità immobiliari, a parte quelle per uso abitazione per le quali vi è un leggero aumento nelle regioni del Nord (+0,7%).
28/12/2005 12.36