Gradimento amministratori, bocciato Del Turco, D'Alfonso amatissimo

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2133

Gradimento amministratori, bocciato Del Turco, D'Alfonso amatissimo
ABRUZZO. Il 17 non porta bene al presidente della Regione Ottaviano del Turco che nell'ultima classifica appare come penultimo governatore più amato d'Italia, con il 45% dei consensi. E ce n’è per tutti: sindaci e presidenti di provincia. E' quanto viene rilevato nel "Governance poll 2007" realizzato dalla Ipr Marketing e pubblicato stamattina da Il sole 24 Ore. Il sondaggio, che riguarda sindaci, presidenti di Provincia e di Regione, misura il gradimento dei cittadini per i loro amministratori locali.
Il gradimento del governatore di Collelongo è sceso del 6,5% rispetto all'anno 2006 e più del 13% rispetto al consenso nel giorno delle elezioni.
Per Del Turco, che negli ultimi giorni ha parlato anche di una sua possibile candidatura alle prossime regionali (dopo averlo categoricamente negato per circa tre anni), spetta quindi il penultimo posto, considerando che in Trentino e in Valle d'Aosta non e' prevista l'elezione diretta del presidente e che il governatore del Molise nel
2006 non fu testato in quanto rieletto a novembre in corso di rilevazione.

LE PROVINCE

Presidente di Provincia più amato d'Abruzzo è Ernino D'Agostino (centrosinistra), 79° nella classifica nazionale, segue all'85° Stefania Pezzopane dell'Aquila. Poco più sotto, all'87° si piazza Giuseppe De Dominicis di Pescara, mentre Tommaso Coletti con il 96° posto non solo è il meno amato dell'Abruzzo ma quasi il meno amato d'Italia e con 5 punti in meno rispetto al 2006

PER I SINDACI SVETTA SOLO D'ALFONSO

Svetta solo il sindaco di Pescara, Luciano D'Alfonso, che si piazza all'ottavo posto, nel "Governance poll 2007" realizzato dalla Ipr Marketing e pubblicato stamattina da Il sole 24 Ore (ricerca effettuata nel corso dei mesi scorsi).
In particolare, Luciano D'Alfonso, con ben 11,5 punti percentuali in più rispetto al consenso riportato il giorno delle elezioni pari al 53,5%, mantiene il primato dei sindaci che nel corso dell'amministrazione hanno visto aumentare il gradimento da parte dei cittadini, secondo solo al sindaco di Salerno, Vincenzo De Luca, primo della classifica generale «e molto amico di Luciano D'Alfonso», secondo quanto assicurano da Palazzo di Città.
Un gradimento che lo porta sempre più in alto alla classifica generale, dove passa dal 12° all'8° posto con una percentuale del 65 %, cresciuta di due punti rispetto allo scorso anno e che è in netta controtendenza rispetto alla maggioranza dei colleghi primi cittadini, che per il 60 per cento dei casi riscontrati dalla testata hanno visto diminuire il proprio consenso.
Rimanendo tra i primi cittadini al 36esimo posto troviamo il sindaco di Teramo, Giovanni Chiodi (Cdl) con un consenso leggermente in flessione. Segue, al 43esimo posto, il sindaco dell'Aquila Massimo Cialente (cs) che guadagna piu' di tre punti rispetto al consenso di quando fu eletto. Chiude la classifica dei sindaci abruzzesi quello di Chieti, Francesco Ricci (cs) classificatosi al 78esimo posto. Dal 2006 il primo cittadino ha perso
4 punti e mezzo.

I COMMENTI, AN: «UNA DEBACLE PER IL CENTROSINISTRA»

«Il governo del centro-sinistra in Abruzzo: una debacle» è il commento del coordinatore regionale di An Fabrizio Di Stefano. «A guidare la poco onorevole classifica dei meno amati dai cittadini è naturalmente il padre-padrone della sinistra abruzzese, Ottaviano Del Turco, posizionato al penultimo posto, capace di fare peggio anche del Bassolino sommerso dai rifiuti e meglio solo del suo collega ligure Burlando, noto per le discutibili evoluzioni automobilistiche contromano in autostrada».
«Per quanto riguarda i presidenti di provincia – continua il coordinatore di An – i quattro esponenti del Pd a capo delle rispettive amministrazioni si trovano in piena zona retrocessione: D'Agostino è 79°, la Pezzopane 85°, De Dominicis 87° e, buon ultimo, Coletti 96°».

CIALENTE:«GRATIFICATO»

«Un risultato - dice - che mi gratifica non poco anche perche' mi e' stato conferito proprio dagli aquilani che ancora una volta ringrazio tutti. Per me e' un motivo in piu' per fare sempre meglio nel corso dei cinque anni di mandato che mi aspettano, perche' sono consapevole che si puo' e si deve sempre migliorare soprattutto in un ruolo cosi' difficile, ma gratificante, quale e' quello di sindaco. Infatti a 6 mesi dal mio insediamento a palazzo Margherita il risultato emerso da questo sondaggio non rende vano il costante lavoro che tutta l'Amministrazione comunale, la Giunta ed il Consiglio comunale hanno svolto in questo periodo, ma sappiamo che c'e' ancora tanto da fare e ci prodigheremo in tal senso».

PEZZOPANE:«EREDITA' PESANTE»

«Rispetto ad una generale tendenza di perdita diffusa di consenso, dovuta ad un'ondata di diffidenza verso le istituzioni e alla campagna di delegittimazione del ruolo delle Province, L'Aquila, pur mantenendosi nei primi posti fra le quattro province abruzzesi, risente di un anno tormentato da continue tensioni». Questo il commento della presidente della provincia dell'Aquila Stefania Pezzopane.
«Le vicende della giunta, prima, l'accesa fase dialettica per la nascita del PD, poi, hanno offuscato l'effettivo lavoro dell'Amministrazione e il suo risultato - dice la Pezzopane - Per questo, senza sottovalutare il dato emerso dalla classifica de 'Il Sole 24 ore' e considerando, come abbiamo sempre fatto, la realtà dei sondaggi come una realtà teorica, contiamo nei prossimi mesi di dissipare l'immagine sbiadita che ne risulta e di restituire valore ai fatti. Il nostro lavoro continua sereno e con molti progetti in cantiere».

07/01/2008 14.09

COLETTI:«IO LAVORO CON IMPEGNO»

«Sto lavorando con impegno e serenità e soprattutto con il sostegno di tutta la giunta e della maggioranza consiliare».
E' questa la risposta del Presidente della Provincia di Chieti, Sen. Tommaso Coletti.
«I dati pubblicati», continua il Presidente,«vanno letti come un allontanamento dei cittadini dalla politica, di un malumore diffuso nei confronti di chi amministra ed assolutamente non lo ritengo personale, ma verso un'intera classe politica. Dobbiamo impegnarci a recuperare un rapporto di fiducia ed a reimpostare un dialogo costruttivo e propositivo con la popolazione».

07/01/2008 17.28


[url=http://rassegna.camera.it/chiosco_new/pagweb/immagineFrame.asp?comeFrom=rassegna¤tArticle=GQ6OY]L'ARTICOLO DEL SOLE 24ORE[/url]