Arrivano 2 miliardi 168 milioni per la Sanità abruzzese

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

842

ABRUZZO. Ammonta a 2 miliardi 168 milioni di euro la somma del Fondo sanitario nazionale destinata per il 2008 alla Regione Abruzzo. L'ufficializzazione del trasferimento legato al fabbisogno indistinto 2008 è stata formalizzata ieri al termine della riunione straordinaria della Conferenza delle Regioni, alla quale per l'Abruzzo ha preso parte l'assessore alla Sanità Bernardo Mazzocca.
In termini percentuali, i 2 miliardi 168 milioni di euro assegnati quest'anno all'Abruzzo fanno segnare un incremento del 3,85% rispetto all'anno precedente dove la cifra assegnata al Sistema sanitario regionale si è attestata a 2 miliardi 88 milioni.
Quest'anno l'entità del Fondo sanitario che il Governo ha sottoposto alle Regioni, in rispetto del Patto della salute sottoscritto l'anno scorso, ammonta a circa 105 miliardi di euro, circa 5 miliardi in più rispetto al 2007.
Sono entrate nel Fondo sanitario la somma di 834 milioni di euro per l'abolizione dei ticket sull'alta prestazione e, solo per le regioni sottoposte a Piano di rientro del deficit sanitario, 90 milioni di euro che in precedenza erano stati assegnati al Lazio.
«Il riparto di quest'anno - ha commentato l'assessore Bernardo Mazzocca al termine della riunione - per l'Abruzzo è in linea con le previsioni del Piano di rientro e questo conferma il lavoro per azzerare il deficit della sanità entro il 2009. Il raggiungimento del pareggio del bilancio della sanità si basa su due obiettivi sa
centrare: contenimento e razionalizzazione del costi del territoriali e aumento delle entrate derivanti dal trasferimento dello Stato. E mi sembra che questa seconda condizioni oggi si sia verificata».
L'assessore Mazzocca ha poi fatto cenno alle condizioni del Piano di rientro. «Dobbiamo continuare con convinzione - ha detto Mazzocca - nell'azione intrapresa sul fronte della riorganizzazione del sistema sanitario regionale, necessaria, a volte dolorosa, ma atta a garantire un sistema sanitario più equilibrato, anche territorialmente, maggiormente in grado di dare risposte appropriate alla domanda di salute dei cittadini abruzzesi. L'equilibrio economico-finanziario del sistema sanitario regionale - ha concluso l'assessore alla Sanità - è indispensabile per il riequilibrio del bilancio della Regione, così da pensare di raffreddare la pressione fiscale in modo di liberare risorse per i settori produttivi della regione»

DEL TURCO, CONFERMATA EFFICACIA RISANAMENTO

«La quota riservata all'Abruzzo nel riparto del Fondo sanitario nazionale conferma l'efficacia della nostra azione di risanamento nei confronti del Governo». Lo ha affermato il presidente della Regione, Ottaviano Del Turco, dopo la decisione del nuovo stanziamento.
«Questa cifra in netto aumento rispetto all'anno scorso - ha proseguito il presidente - è il segno più evidente della credibilità del nostro lavoro anche nei confronti del sistema delle regioni italiane».
Del Turco ha poi, brevemente, analizzato i prossimi appuntamenti in materia di sanità. «Adesso ci attende un'ultima fatica: l'approvazione entro gennaio del Piano sanitario regionale preceduta dalla conclusione del negoziato con le cliniche private che ridimensioni le istanze economico-finanziarie di quest'ultime».


13/12/2007 9.24