Dalla Regione 55milioni per l’edilizia nei comuni

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1153

ABRUZZO. La Giunta regionale ha stanziato 55 milioni di euro per l'edilizia nei comuni. Ha inoltre rifinanziato la legge 13 sui borghi con 5 milioni di euro e con due milioni e mezzo ha anche destinato risorse alla legge 64 per la riqualificazione urbana.
«E' la firma di uno stile in questa regione», ha esclamato il Presidente Del Turco.
I 55 milioni di euro, destinati al programma operativo per le città, sono trasferimenti statali vincolati, da impiegare unicamente per interventi nell'edilizia residenziale.
Utilizzando un «criterio di equità, secondo il principio della densità abitativa e non secondo quello delle tessere di partito», ha specificato l'Assessore, la cifra sarà così ripartita: 80 mila euro saranno assegnati pro capite ai 104 comuni al di sotto dei mille abitanti; 110 mila euro saranno assegnati pro capite ai 150 comuni tra i 1000 e il 5000 abitanti.
La somma corrisponde al 45 per cento dello stanziamento totale.
Per i comuni da 5000 a 10 mila abitanti, 27 in Abruzzo, e per i 25 sopra i 10.000, si dovrà concorrere con un bando e, comunque, proponendo progetti strategici, «coerenti con le linee di sviluppo disegnate dalla Regione».
Nel primo caso sono disponibili 1 milione e 100 mila euro per progetto, nel secondo 2 milioni e 500 mila euro.
Il restante 10 per cento dei 55 milioni di euro, inoltre, sarà riservato per i progetti innovativi e per gli interventi mirati in edilizia.
Il Presidente ironizzando ha definito il programma operativo per le città la "Omnibus di Srour". «L'avevamo anticipato - ha spiegato Del Turco - che avremmo trovato una soluzione per i comuni che non fosse quella della Omnibus ed in questo caso ritengo anche che, su un piano di politica economica, si dia una scossa utile in un settore che forse non attraversa un momento roseo».
Srour, nel rimarcare che «l'arrivo di queste somme potrà aiutare i comuni a risolvere molti problemi, così come le locali imprese artigiane», ha anche invitato le amministrazioni a spendere i fondi.
«Purtroppo - ha concluso l'Assessore - gli appalti diminuiscono per l'incapacità degli amministratori di spendere le risorse in tempi ragionevoli».

30/11/2007 14.19