Inas- Cisl, uno sportello per le domande di assunzione degli immigrati

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

939

ABRUZZO. Con il decreto sui flussi 2007, che verrà pubblicato il 30 novembre sulla Gazzetta Ufficiale, viene dato l'avvio all'ingresso nel nostro Paese a 170 mila immigrati. In Abruzzo circa 2.500 stranieri con una previsione di richiesta da parte dei datori di lavoro da 7.000 a 10.000 domande circa.
Stavolta niente code interminabili alle Poste perché le domande di
assunzione potranno essere inviate solo via internet. E' una
innovazione rilevante, ma che solo in apparenza semplifica la vita, perché le procedure restano comunque complesse.
L' Inas- Cisl ha attivato tutta la sua struttura operativa per accompagnare gli interessati, datori di lavoro e famiglie, e per assisterli nella predisposizione e nell'invio delle relative richieste, a titolo assolutamente gratuito, «nel rigoroso rispetto del mandato di assistenza».
Fin dai primi di dicembre, gli uffici del patronato sono perfettamente operanti per poter predisporre le richieste, che saranno dal patronato inoltrate tempestivamente.
Il 15 dicembre riguarderà la fascia relativa ai paesi non comunitari che hanno sottoscritto accordi con l'Italia; il 18 dicembre è il turno delle domande per i collaboratori domestici e badanti ed il 21 per tutte le altre categorie.
«Dare soluzione alle loro attese», spiegano i responsabili Inas, «con la sua peculiare identità, conferma la sua funzione di operatore sociale, che si misura appunto con l'attenzione ed il concreto sostegno alla persona».


29/11/2007 8.26